Adventure Awards Days 2014, a Livigno

di La Redazione

Recensioni
Adventure Awards Days 2014, a Livigno

Dal 22 al 27 Luglio Livigno (SO) ospita la seconda edizione degli Adventure Awards Days, il festival internazionale dedicato all’avventura e all’esplorazione. Sei giorni di film a tema, incontri con avventurieri da tutto il mondo, workshop di fotografia e storytelling, training camp, spettacoli e concerti in quota all’alba, eventi per ragazzi, trekking, yoga e molto altro.

L’appuntamento dell’estate per tutti gli amanti dell’avventura è un festival che offre a tutti la possibilità di vivere la propria esperienza, attraverso l’azione o il racconto; è un luogo in cui chiunque può mettersi in gioco e condividere le proprie emozioni.

Negli stessi giorni della Stralivigno, Livigno, capitale italiana dell’outdoor, accoglie un altro evento con un ricchissimo programma di appuntamenti: training camp di trail running e ultra trail con grandi atleti nazionali e internazionali – particolarità: quasi tutte persone normali, che hanno compiuto imprese incredibili nelle zone più estreme della Terra come appassionati e non atleti professionisti –  come Stefano Gregoretti (celebre ultra-runner, vincitore della Gobi Desert e della Yukon Arctic Ultra) e il canadese Ray Zahab (primo uomo ad attraversare di corsa, in invernale, l’Isola di Baffin nell’arcipelago artico canadese e detentore del record di velocità per il raggiungimento del Polo Sud). I due porteranno tra l’altro a Livigno il format USA Impossible2 possible. Oltre a loro, il sei volte campione del mondo di mountain running Marco De Gasperi.

In programma anche il workshop di foto e video con importanti fotografi e video maker: l’Alpine photo workshop con Riki Felderer, il MTB photo workshop, con il pro-photographer Matteo Ganora e Jack Bisi; la trekking experience “etica” con l’esploratore artico Michele Pontrandolfo (che ha di recente compiuto in solitaria l’attraversata del Polo Nord a -51 gradi!) e l’ultra-runner e motivatore Marco Berni.

Tra gli ospiti, nomi internazionali come quello del grande alpinista Hervé Barmasse, reduce quest’anno dal primo concatenamento delle 4 creste del Cervino, Emilio Previtali, freerider, alpinista e soprattutto storyteller di grandi avventure, tra cui l’ultima di Simone Moro sul Nanga Parbat, e della guru americana del power yoga Payge McMahon che terrà due stage di yoga dedicati agli sportivi.
Ci sarà poi la prima edizione dell’Adventure Photo Day, un contest fotografico a squadre (due o tre persone), dedicato agli sport outdoor e alla natura, aperto a tutti.

E ancora: uno story-trekking, una camminata nella natura ascoltando una storia di coraggio e amicizia, una cena all’aperto intorno ad un falò e a seguire lo spettacolo teatrale “(S)legati”, dedicato alla vicenda di Joe Simpson e Simon Yates, e, il 26 luglio, una camminata notturna per salire tra le cima ad ascoltare il concerto acustico di Cisco (ex voce dei Modena City Ramblers e ora solista), Guido Foddis alla chitarra e Simone Copellini alla tromba, che accompagnerà il sorgere del sole.

L’avventura sarà anche in sala: 35 tra i migliori film e documentari da tutto il mondo premiati con 2 Awards; il Best Movie e il Green Award. In occasione della serata di gala saranno consegnate la Barba d’oro (simbolo dell’avventuriero, disegnata ogni anno da un diverso artista) del Best Adventurer e quella del Best Storyteller 2014: le due anime del festival.
 
Ogni giorno alle 18, appuntamento al “campo base” in zona pedonale con l’HappyAdventureHour in compagnia di atleti, scrittori, artisti, musicisti esploratori e avventurieri, come Danilo Callegari, vincitore del premio Best Adventurer 2013, e Marco Peruffo, il primo diabetico italiano ad affrontare una delle vette più alte dell’Himalaya.
E infine, esibizioni, eventi speciali, curiosità, corsi di arrampicata, slackline, kayak, preparazione alla gara, consigli e, infine, la possibilità di vivere un’esperienza insieme ai propri eroi.

Adventure Awards Days è un’occasione unica per trovarsi insieme a persone che condividono le medesime passioni. Avventura da vivere, raccontare e condividere.