I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

login

Il miglior viaggio

di Don Gallo su Smemoranda 2013 - Friends

l’Amicizia è il miglior viaggio che si possa immaginare e intraprendere senza ritardi. È un percorso affascinante, inesplorato, non facile. Può iniziare così, gioiosamente e dolorosamente, la indispensabile “purificazione” dei nostri meccanismi misteriosi e negativi e, soprattutto, si spalanca un itinerario che può aiutare ciascuno di noi a “scovare” la nostra deleteria “deresponsabilizzazione” e la nostra deprecabile indifferenza. L’Amicizia consolidata abbatte i numerosi ostacoli per un efficace rapporto umano con la Verità, con noi stessi, con l’altro. Deve scattare la determinazione a una “scelta di Vita” per orientarsi definitivamente verso un’apertura autentica con gli altri. Nell’essenza dell’Amicizia troviamo le nostre paure, i nostri bisogni e scopriamo le nostre debolezze e le reali risorse dell’intelligenza, della creatività e della spiritualità. Percorrere questo itinerario di comunione e condivisione con l’altro è Arte. Sono indispensabili testa e cuore per rifiutare i compromessi e superare la diffusa tendenza al dominio su un’altra persona. Una salda amicizia diventa sperimentazione per cercare, rischiare di “mettersi in discussione”. L’Amicizia rispetta ogni giorno il suo linguaggio. Innanzitutto rendersi disponibili agli altri con coraggio e senza mai “imporre” le nostre idee, il nostro modo di pensare.
Non guerre, non erigere muri, ma aprirsi all’ascolto. Il peggior nemico da abbattere è l’egocentrismo.
L’arma vincente è la Bontà che ci evita il triste isolamento, ma ci si libera insieme da tutte le dipendenze per praticare la Libertà.
Osserviamo costantemente con animo sereno le piccole cose, i gesti quotidiani, gli incontri apparentemente casuali. Oltre la Bontà, la dolcezza e la tenerezza dei sentimenti ci renderanno capaci di amicizie.
Senza sensibilità non gusteremo mai la nostra maturazione. L’Amicizia si costruisce pietra su pietra e allontana la tentazione di manipolare, strumentalizzare e infastidire l’amico.
Fermatevi! Accanto a voi c’è un altro uomo o donna: incontrateli, concedete loro la parola. Accettare l’altro benché diverso conside- rando una ricchezza, un bene, un valore proprio questa sua alterità.

Advertisement