I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

login

Diario del Capitano: anno 2038

di Giobbe Covatta su Smemoranda 2005 - M'ama non m'ama

Affido a una bottiglia spazio-temporale questo messaggio. Se qualcuno nel passato la dovesse trovare avverta tutti quanti.
Mi chiamo Giobbe Covatta, ho 82 anni, facevo l'attore e vi mando questo messaggio per mettervi in guardia.
ATTENTI!! Nel 2031 l'amore sarà messo fuori legge!
Tutto è cominciato il giorno in cui il quotidiano Libero pubblicò lo scoop: "Berlusconi assunto in cielo in carne, ossa e doppiopetto. Le sue ultime parole sono state: un'altra assunzione, ovvero nuovi posti di lavoro, come promesso!"
La notizia provocò grande clamore e scosse le coscienze di milioni di persone, che da subito abbracciarono la nuova religione, il Silvianesimo, uniti dalla fede e dallo slogan: "Berlusconi è Dio e Bondi è il suo profeta". E infatti da allora Bondi viene raffigurato in croce tra Previti e Dell'Utri.
Questa nuova religione è stata sostenuta da grandi premi Nobel, anche perché, dal 2020, la giuria che sceglie le assegnazioni dei Nobel è composta da Bruno Vespa e Tony Renis. Da allora i premi per la letteratura sono stati assegnati a dodici calciatori che avevano indovinato un congiuntivo, mentre il Nobel per la medicina è andato a Emilio Fede che aveva fatto più di quindici lifting in onore del proprio Dio.
In pochissimo tempo il Silvianesimo soppiantò il cattolicesimo e divenne religione di stato. Le conseguenze si fecero subito sentire, soprattutto a livello di morale: l'amore, in quanto veicolo di lussuria, venne messo al bando. Nel 2028 venne approvata una legge per cui chiunque veniva scoperto in stato di innamoramento doveva essere immediatamente catturato e sottoposto a elettroshock. E quello fu solo l'inizio! Venne stabilito che l'amore crea comunque assuefazione, e quindi furono vietati sia gli amori pesanti che gli amori leggeri. In pochi mesi si arrivò a proibire anche le "affettuose amicizie", e in breve la situazione precipitò, arrivando a proibire qualsiasi manifestazione amorosa.
Vennero messi fuori legge i bagnini; vennero chiuse le case chiuse che erano state riaperte; furono messe telecamere nelle cabine del mare, nei bagni pubblici e nelle camere ad ore, che oramai potevano essere usate solo da chi aveva poco tempo per schiacciare un pisolino. Chiunque veniva trovato in possesso di una fotografia di Victoria Silvestradt veniva arrestato. Ma ben presto si cominciò ad arrestare chiunque veniva trovato in possesso di una fotografia di Rosy Bindi o della Moratti. Se ti toccavi non diventavi cieco: ti cecavano loro. Furono messi in commercio e diffusi preservativi malesi: erano quindi preservativi che dopo un minuto dall'applicazione si incollavano e si restringevano fino a diventare delle dimensioni del cappuccio di una penna Bic, provocando dei dolori lancinanti.
Ovviamente, in una simile situazione, la riproduzione naturale divenne impossibile e si dovette trovare rimedio al blocco della crescita demografica. Per i primi anni della messa al bando dell'amore chi voleva riprodursi in maniera naturale poteva farlo solo in anestesia totale. La pubblicità diceva: perché aspettare dopo? Puoi dormire anche durante!
Poi ci fu il periodo in cui la riproduzione venne affidata agli uteri delle pecore, facendo sviluppare il feto all'interno di un ovino. Ma tale sistema favorì inevitabili disparità sociali, in quanto solo i più ricchi potevano permettersi pecore di cachemire. Infine si trovò la soluzione più adatta, sicura, igienica e moralmente corretta: la clonazione. Inventarono una fotoclonatrice che era una specie di fornetto a microonde dentro il quale bastava inserire un pezzettino biologico per ottenere la copia esatta dell'originale da cui proveniva. La fotoclonatrice venne testata su Malgioglio: il popolare conduttore venne clonato in più di un milione e trecentomila copie, utilizzando di lui alcune caccole e palline nere estratte tra le dita dei suoi piedi. Da quando il sistema è stato messo a punto nessuno si è più riprodotto "facendo l'amore" e l'amore stesso è stato è definitivamente bandito dalla nostra società.
Del resto non era possibile altra soluzione, poiché il Silvianesimo predica e comanda: "Ama il prossimo", ovvero: non quello che vedi, ma quello dopo, non quello lì, quello appresso, no, neanche quello, quello dopo ancora...
Insomma: finché siete in tempo... AMATE!!

Advertisement