I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

login

Niente sotto il lampione

di Max Pisu su Smemoranda 2005 - M'ama non m'ama

È sera, inverno, piove a dirotto. Sotto un lampione aspetto Lei. Mi sposterei anche, cercando magari riparo sotto un portone, ma se arriva e non mi vede? Qui è l'unico punto illuminato del vicolo, meglio non allontanarsi, anche se ogni macchina che passa entra in quella maledetta pozzanghera e m'inonda.
In una mano, aperto, un vecchio, brutto ombrello a "scatto", a "scatto" nel senso che, uscendo dalla farmacia, mi sono accorto che pioveva, non avendo l'ombrello, ne ho preso uno a caso che spuntava dal portaombrelli e se non fossi "scattato" prontamente, il proprietario dell'ombrello mi avrebbe raggiunto e magari anche picchiato. Nell'altra mano, quella libera fino a qualche minuto prima, un mazzetto di fiori. Fiori misti, essendo che non conosco il significato dei colori abbinati per esempio alle rose che di volta in volta vogliono dire che ne so... gelosia, passione, tradimento... ho pensato di non rischiare e di darle in dono una composizione floreale mischiata con un po' di verde... verde anche perché un briciolo di speranza in questi casi non guasta mai. A una mia ex fidanzata ho detto: "Tesoro, so che la rosa vuol dire ‘amore', la miosotide ‘non ti scordar di me', ma l'edera che mi hai donato tu, cosa significa?! E lei: "Attaccati!" e se n'è andata. 
Tutto molto bello, a parte l'ombrello, la pozzanghera e il Suo ritardo che si fa sempre più preoccupante. 
Io sono sempre lì, sotto la pioggia battente, fermo, con i piedi in ammollo. Passano due ragazze, mi osservano e una di loro vedendo i fiori esclama: "Guarda! Una ‘trappola per donna' fuori-moda".
Eh sì, oggi l'automobile ha sostituito il mazzetto di fiori, le dichiarazioni d'amore si fanno a colpi d'acceleratore. Diciamo che oramai, i fiori sono "superati".... 
Mi viene un nervoso! Quando le donne non sono puntuali, sai cosa faccio? Io... io... io... aspetto.
Sono tutte uguali, io le conosco bene, ne ho avute tante. A volte mi hanno lasciato loro, ma quasi sempre sono stato io... a essere lasciato.
Io, a differenza di Cupido, non uso frecce per fare innamorare, dono "fiori", sperando di fare stragi di "cuori"... anche se poi il più delle volte ricevo solo dei clamorosi 2 di "picche". Un po' d'ironia non guasta...
Mi chiedono: "Ma perché in amore non riesci mai a fare centro?!" Non è mica colpa mia se la donna è... mobile! 
Si sostiene che l'amore è necessario alla vita quanto il sangue che scorre nelle nostre vene. Fatemi una trasfusione.
Con una mia fidanzata eravamo innamorati l'uno dall'altra, solo che mi ha lasciato perché mi ha spiegato che l'altra non era innamorata dell'uno, cioè io.
Invece, chissà ora, se coLei che sto aspettando mi amerà.
È tardi, ho freddo...
Mi piacerebbe essere tra le sue braccia ora, al caldo, davanti a un letto acceso, oppure addirittura dentro un camino, avvolti dalle... scusate, davanti a un camino acceso oppure dentro un letto avvolti dalle coperte... sono stanco.
Una volta ho passato una notte con una donna bellissima, io sopra lei sotto... peccato che era un letto a castello...
Chissà se mi amerà... solo un fiore saprebbe e potrebbe darmi una risposta. 
È quasi l'alba... sembra quasi che la notte si stia sbiancando di tinta... si stia tingendo di bianco, scusate... sono stanco...
Lo chiederò a una margherita...
Oggi, nonostante tutto, ci sono ancora innamorati che svestono dei loro petali le margherite e sognano:
m'ama, non m'ama; m'ama, non m'ama...

Advertisement