I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

login

Son mica maga

di Luciana Littizzetto su Smemoranda 2003 - Odi et amo

Care baiadere e cari rinco-boys qui è minchia Sabry che vi parla. Grazie al cielo ho finito le superiori. Non son stata proprio promossa, promossa.
Diciamo che ho preso la porta e me ne sono andata. Era la quarta volta che facevo la quarta. Ora lavoro come cameriera in un fast food e mi trovo abbastanza male, grazie. Sono ancora fidanzata con Tony che ieri si è fatto fare il piercing alle chiappe e ora si fa chiamare il signore degli anelli.
Anch'io conosco abbastanza 'sto cantautore Catullo. Mi piace quella sua tiritera che fa:" Dai, Lesbica, dammi mille baci e quindi cento, poi ancora mille e mille e quindi cento...e poi basta coi preliminari che mi scoppian le mutande".
Questa dell'odio e amo mi pare una minchiata. Io non sono una donna di sfumature basse. O odio o amo. Son mica maga. O prendo a bastonate o bacio con la lingua. Tutte e due insieme non riesco a fare. Anzi. Guarda. Adesso piego il foglio in due e ti scrivo quello che mi piace e quello che mi fa cagare, che è un pò la sintesi del concetto di Catullo.
AMO 
Il mio ragazzo Tony. La bocca di leone (che oltre a essere la bocca di un amico mio è anche un'enorme pasta dolce con dentro panna e burro montato che quando lo mangi ti rimane il panetto sulle labbra che puoi pure sciare al sole dei 3.000 che quello è protezione totale).
La pizza otto stagioni. Che ci ha le quattro stagioni + le quattro mezze stagioni. Un pezzettino di pizza da un euro si pesa come una gamba di Pavarotti.
Il mega cono. Il gelato che fanno a Lipari alla gelateria Suca-suca che si scioglie.
La limonata. Non nel senso della spremuta di limone ma nel senso di stretta di lingua innamorata che fa molta meno acidità.
Le pastiglie di antistaminchia contro il raffreddore da fiori.
Il mio giubbotto grigio di microfiga e il top di rafia con l'ombelico cabriolet.
Il mio ragazzo Tony quando mi dice TI AMO con un rutto.
ODIO
La mia collega Misery, che deve morire perchè 18 euro mi deve. 'Sta ladra maturata da galera.
Mio fratello Sasa quando ci ha l'alito da sciacallo. Cioè sempre.
Le scarpe da ginnastica di Tony che sono dei presepi viventi.
La storia dell'utero in prestito. Io non presto la bic figurati l'utero.
I portatori sani di merda.
I vestiti coi voulvent.
L'herpes.
L'otto marzo perchè è troppo poco. Dovrebbero darci pure il nove. E anche il dieci. pensa che figo fare la festa del Dieci marzo e lode.

Advertisement