I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

login

Fratelli e fratelle

di Giovanni Vernia su Smemoranda 2010 - Che storia!

Fratelli e fratelle… se state leggendo qui vuol dire che avete comprato una Smemorabile oppure che la state guardando dentro alla libreria e la volete comprare, oppure in entrambi dei 3 casi sono così contento che la state leggendo questa cosa che scrivo, che quasi quasi mi stimo da solo.
Io uso la Smemorabile da un sacco di anni che non mi ricordo quanti, però mi sembra che sono tanti… la usavo per metterci dentro gli inviti delle discoteche. Oh fratelli, io andavo e sempre andrò e ora che finisco di scrivere forse vado… solo in discoteche house. Lo sanno tutti, anche i buttafuori che io non mi mischio alla massa della musica commerciale… infatti quando arrivo all’ingresso di un posto di commerciale il buttafuori mi fa “Tu no… torna un’altra volta…”. “Grazie fratello… sei veramente qualcuno! Ti Stimo!” E comunque… dato che io e i buttafuori siamo fratelli… mi dicono la stessa cosa anche quando vado all’ingresso dei posti house.

Che poi la cosa che più mi introspettisce… insospettivo… inaspett… boh…la cosa che più mi rompe è che a noi che andiamo in discoteca ci criticano su YouTube che dicono che siamo dei tamarri e che siamo ignoranti. Prima cosa: Io non so nemmeno cosa vuol dire Ignoranti, perciò non capisco come fanno a dare un giudizio prima di sapere veramente come è fatta una persona, poi: dove sono tutte le discoteche più belle? In Romagna fratelli. E di dove erano tutti quelli più famosi della storia? Come Giulio e Cesare, Caio e Sempronio? Della Romagna!… Sarebbe meglio che prima di parlare allora queste persone che fanno tanto gli esperti studiassero un po’ di storia degli antichi romagni… prima di parlare!

Menomale che mio papà mi capisce… che io e mio papà abbiamo un bellissimo dialogo. Quando mi vede mi fa: “Ooh”… proprio così mi fa: “Ooh!” e io gli rispondo: “Ooh!” e lui mi dice: “Ooh!” e io gli faccio: “Ooh!” e lui mi risponde: “Ooh!”… due ore così! 
Solo che a un certo punto arriva mia madre e ci fa: “Ooh!”!!!
Se c’è una cosa che non sopporto è quando qualcuno mi interrompe mentre parlo!

Comunque fratelli… vi invito tutti al Gilez, di venerdì però, perché il venerdì, c’è la festa venerdì, dove si festeggia il venerdì… 
Appena entri senti gridare tutti “Essiamonoi”!!!... “Essiamonoi”!!!...
Anche io lo grido, ma mica perché sono un caprone… perché lo fanno tutti!
L’altro venerdì sera al Gilez, ho puntato una tipa, le ho offerto da bere… ci ho parlato 2 ore… Le ho raccontato tutta la storia della mia vita… a un certo punto lei si gira e mi fa: “Hai detto qualcosa?” 
Presa!!!!

Così… a fine serata, tutto solo, ho preso la mia macchina per andare a casa, parcheggio sotto la luce, prima di andare a dormire per rilassarmi, metto a palla per l’ultima volta quel pezzo che spacca… a un certo punto, uno mi bussa al vetro e mi fa:
“Ooh” - proprio così – “Ooh!... ti vuoi levare dalla corsia del Telepass che dobbiamo passare?”.

Advertisement