I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

login

La mia voglia è di scagliare calci a un pallone

di Roberto Roversi su Smemoranda 2002 - Giriamo pagina

La poesia ci salva se
giriamo con lei pagina svoltiamo l'angolo
lì dove una voglia di alba finalmente fischiante c'è
e di frutta matura
un verde da melone acerbo
un giallo da sole appena uscito dall'acqua coperto di sonno
così aspettiamo aspetto di vedere qualcosa
una cosa che deve accadere.
Aprire la finestra
il silenzio è già tutto gridato
io voglio pensare devo pensare lo penso
che questa sarà la buona giornata di una grande avventura
scoprirò l'america
nuoterò fra i capelli sciolti della piùbella del mondo
oh! sembrerà lungo il fischio del vento che mi corre vicino.
La mia voglia è di scagliare calci a un pallone
di vederlo correre come la formica appena sfiorata dal piede
un piede da bomber che non chiede pietà.
Allora tu, dai, prendimi per mano lasciati appena baciare il
giorno nuovo la vita nuova deve cominciare
con questo bacio senza rumore
e sento il tuo respiro sopra la mia mano
ho voglia di dire così va bene aspettiamo la sera.
L'alba è passata questo è il momento di andare
precipito sul mondo con la mia bandiera
come un astronauta che ritorna senza più
paura del futuro.
Metto un piede sulla strada che entra nel mondo.

Advertisement