I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

login

Scusa diario

di Sergio Ferrentino su Smemoranda 2002 - Giriamo pagina

Mercoledì 24 ottobre
Forse sarebbe anche ora di decidere, divento Projet Manager o mi applico e mi trasformo in Market Research Coordinator? Eventualmente mi riciclo in Concept Developer. Sto diventando come mio padre che pensa solo alla New economy. Non va più al cinema, non legge, non gioca più con la mia play station2.
Una vita di merda, non l'invidio. Sempre davanti al computer. Forse avrà un diario anche lui. Ma che squallido un diario in un file.
Projet Manager o Market Research Coordinator, non sono ancora pronto per queste responsabilità ma alla fine mi deciderò.

Domenica 31 marzo
Non sopporto quando Carla si comporta in questo modo. La odio. Siamo già in crisi dopo soli tre mesi. Quando ci siamo messi insieme su questo diario avevo scritto:
“Ogni volta che mi guarda mi ricorda Camille, nel film Cuore in inverno." In effetti, era inverno e io pensavo fosse una cosa seria.
Il problema è che lei mi piace ancora molto ma, se s'incazza tutte le volte che parlo con Laura o Paola, io mi rompo e decido che la mollo. Forse.
Quando arriva il momento di cambiare bisogna mollaretuttietutto. Scrivere queste poche righe sul diario mi fa stare meglio. Non sento più quel malinconico disagio che mi aveva avvinghiato dopo aver baciato Laura; forse il disagio era per Paola che ci aveva visto. Forse è giunto il momento di lasciare Carla.

Sabato 27 luglio
Non è colpa mia, non è colpa mia, non è colpa mia.
Basta, non riesco a scrivere trecento volte che non è colpa mia se quei due imbecilli dei miei genitori si vogliono separare.
Sono sicuro di non essere stato un peso morto per questa famiglia. Ripeto e riscrivo che non è colpa mia se papà è depresso e ripete in continuazione “sono giovane posso rifarmi una vita”.
Ma che cazzate sono?
Certo cambiare sarebbe carino ma anche io ho le mie esigenze,
Potremmo attendere insieme l'arrivo di un simpatico lavoro anche per me o almeno l'uscita della play station 3.
Nel frattempo tutti buoni e tranquilli, mamma non uscirà più con quel cretino del suo collega e papà starà zitto e buono davanti al pc.
Mi sembra una buona soluzione, adesso vado di là e sgarontolo tutto in faccia.

Giovedì 31 novembre
Adesso si lamenta, “come facciamo, mi avevano assicurato che queste erano solide”. Siamo rovinati. Come devo dirlo? Non si devono comprare le azioni della New economy. Se proprio vuoi mettere dei soldi sulle azioni usa i fondi azionari lo sanno anche i bambini oltre che gli imbecilli. La scusa è buona per usare le sudate quattro lire che ho investito l'anno scorso. Forse (riscrivo) forse, Se mi accendono un'assicurazione vita, gli presto i soldi, altrimenti niente.
Almeno questo servisse a farli smettere con i lamenti, “i nostri risparmi, i nostri investimenti” che palle.
E cosa devo dire io che ho investito cinque anni di studio per il mio esame di quinta elementare e adesso, nel 2001 dopo 50 anni, hanno deciso che è ora di cambiare, che è ora di riformare la scuola e di abolire gli esami. Io sì che mi sento crollare il mondo addosso.

Venerdì 1 dicembre
Oggi ho una notizia molto importante da scriverti.
Ho pensato molto e so che non t'offenderai, ma avrei deciso di smettere di scriverti addosso. Penso che quando si raggiunge l'età a due cifre bisogna essere forti e rinunciare alle certezze.
La prossima settimana compio i miei primi dieci anni e devo trovare il coraggio di cambiare. Scusami se puoi.
Ciao e grazie di tutto

PS. Tu lo sai che questa decisione è giunta dopo che ho avuto la certezza che papà e mamma ti leggevano di nascosto?
Quindi, se mi permetti, “Scemo chi legge” tranne me.

Advertisement