I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

login

Albergo ristorante La Valsugana

di Beppe Braida su Smemoranda 2007 - Be free to...

Viviamo in un Paese dove Rocco del Grande Fratello fa l'opinionista! Rocco ha più o meno le stesse opinioni che può avere un manichino del reparto sado-maso della Rinascente, con l'unica differenza che il manichino veste meglio...
Viviamo in un Paese dove Flavia Vento decide di scendere in politica, come se la politica non fosse già scesa abbastanza senza il contributo degli acari della polvere presenti nella sua scatola cranica!

Dopo anni di Tigì, di Informashow (il mio spettacolo), di attentati, di inviati come Mingozzi, di ultime notizie, mi sono fatto un'idea di quale sia la vera informazione. E quindi ho fondato un giornale.

Volevo chiamarlo Giornale, ma c'era già, volevo chiamarlo Libero ma c'era già, volevo chiamarlo Corriere, Repubblica, Unità, Avanti, Famiglia Cristiana, Le Ore, ma ci sono già tutti! È incredibile: tutti i nomi possibili di giornali sono già stati usati. Siccome volevo dare l'idea di un giornale finalmente libero a partire dal suo nome, l'ho chiamato Albergo Ristorante La Valsugana. Ho trovato uno sponsor che mi ha dato una paccata di euri, semplice.

Comunque, la redazione è composta da giornalisti senza macchia. Li ho selezionati uno ad uno, ho fatto un concorso per titoli, una prova scritta, un esame orale. Sono accorsi in migliaia, hanno compilato questionari su ogni aspetto della loro esistenza: una banca dati notevole che ovviamente ho rivenduto ad assicurazioni e società finanziarie. I dieci che ho scelto non hanno un neo che li possa mettere in cattiva luce. PERÒ sono quelli che nell'offerta in busta chiusa per il direttore hanno dato prova di grande generosità.

Stesso discorso per le aziende che fanno pubblicità su L'Albergo Ristorante La Valsugana: non vi sono nomi legati alle multinazionali che strangolano le economie dei Paesi in via di sviluppo, non vi sono le ditte che partecipano, o meglio guidano, la vita politica italiana, non vi sono le grandi catene globalizzate che sfruttano la mano d'opera a basso costo per lucrare sulla pelle della povera gente. Niente di tutto ciò! Bisogna dire basta con l'ipocrisia ridicola che circola in questo settore! PERÒ, approfitto di questo spazio per ricordare a tutte le categorie sopra menzionate che abbiamo ancora spazi pubblicitari liberi a disposizione, con un occhio di riguardo alle aziende che sfruttano la mano d'opera cinese, perché sono quelle con il maggiore ricavo e possono permettersi di spendere qualcosina in più in pubblicità.

Terzo punto: i lettori di L'Albergo Ristorante La Valsugana non troveranno sulle sue colonne i nomi dei politici. Data la mia esperienza, ho capito che agli italiani i soliti nomi alla lunga risultano indigesti. Basta con i nomi dei politici: da noi, i politici non vengono mai nominati! PERÒ possiamo sempre usare dei soprannomi per i politici che vogliono a tutti i costi comparire in cambio di una generosa oliata agli ingranaggi delle nostre rotative.

Altro punto, L'Albergo Ristorante La Valsugana non è apertamente schierato. Basta, non facciamo il solito gioco degli altri giornali, la nostra scelta è stata quella di essere super partes, al di sopra delle parti. PERÒ una leccatina super partes, ovvero a destra e a sinistra, di volta in volta a chi si sarà distinto in favoritismi e regalie non la neghiamo a nessuno.

Anche la quota rosa, nel mio quotidiano, è stata rispettata. Segretarie, giornaliste, telefoniste... tutte le ragazze assunte sono state, a volte, preferite a colleghi maschi perché, a parità di punteggio, ho valutato non il totale delle cifre ma piuttosto la distribuzione delle stesse in materia di seno-vita-fianchi.

Ultimo, ma non ultimo, L'Albergo Ristorante La Valsugana è un quotidiano che demonizza i ciarlatani, i venditori di fumo, gli approfittatori e tutti quelli che si prendono gioco del dolore e della disperazione della povera gente. Quindi sulle nostre pagine non ci sarà spazio per maghi, cartomanti e contaballe in genere. PERÒ, se qualcuno dovesse implorarmi per un consulto astrale, sarò io in persona a legger tarocchi e interrogar stelle. Il tutto sotto la mia responsabilità e dietro il versamento di un esagerato contributo per spese di segreteria.

Anche i gadget allegati al quotidiano saranno utili e per un pubblico di nicchia: sale grosso per incantesimi e polvere di truciolare per sciogliere legamenti d'amore. Al costo del quotidiano + euro 12,90.
A scelta, il dvd con i miei filmini rimasterizzati mentre detto alla segretaria in guepière il pezzo per la prima pagina facendo cadere biro e quant'altro sotto alla scrivania, a euro 6,90.

Ci vediamo in edicola. Compra L'Albergo Ristorante la Valsugana, l'unico quotidiano veramente libero di accettare denaro sporco senza turarsi il naso, l'unico che non si nasconde dietro all'ipocrisia ma la sbandiera senza timore, l'unico che non ha pregiudizi politico-razzial-etico-religiosi: non avendo valori non può discriminarli.

Advertisement