I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

login

Les asidantes

di Alessandro Bergonzoni su Smemoranda 1999 - Va' a quel paese

Mio brano oh brano mio originale, partorito di testa nell'abbastanza lontano 1983 e che ha vantato uno o anche fin troppi tentativi di imitazione ben postumi.
OSTA BARA!!! (ora basta)
P. S. Dedicato a nessuno compresi soprattutto gli abitanti di quel paese...

Ti venisse un accidente a te e a tutta la tua stirpe cattiva porca, che sprofondasse sempre di più nei meandri della terra, dove c'è un gran puzzo e dove se ci sei ci resti. Brutto palombaro morto, t'andasse male anche lo scandaglio per tirare su i tuoi resti putridi, con dentro già i vermi tutti malati irreversibilie uno anche senza un occhio, con al posto dell'occhio il pus, che ti contagiasse tutti gli altri e ti si inquinasse anche tutta la saliva che hai in bocca e ti scoppiassero le scarpe più belle che hai e il pellame vario si andasse a fracellare contro un vetro che hai già rotto due volte e il padrone ti avesse detto: “Giuro, io alla terza, ti do fuoco a te e a tutta la gente anche soltanto quelli che ti conoscono di vista! Anchesolo loro!!!”. Brutto moschettone agganciato male, cascassi tu, lamontagna, lo scalatore e t'andassi a fracellare a valle e ti si accavallasserole gambe ogni volta che pensi e ti si slegassero soltanto sott'acqua e,se non annegassi, ti incamminassi, all'imbrunire, lungo il limitare di boschidi pioppo, proprio alla vigilia della grande catastrofe che colpisce soltantoi pioppeti, solo loro! E ti salvassi solo con l'aiuto di un cannibale cheti salverebbe a patto di mangiarti i tre quarti: i piùutili!!! Etu, un tantinello sanguinante, te ne andassi, con le tue pollicino chiazzeematiche, e incontrassi, putacaso, due cacciatori che da quaranta giorninon prendevano niente e appena ti vedessero ti sparassero ma non sicuridi averti preso ti tenessero fermo col piede e sparassero un'altra voltae il piùveloce di loro sparasse anche alla tua anima cattiva, porca,posizionata male nel tuo corpo di cacchetta! Brutto professore di ginnastica,malvisto dal preside che ti vuol licenziare se non sai tenere la classe,che tu il giorno dopo non la sappia tenere e lui ti licenzi e tu te ne vadaramingo lungo il viale e alcuni alunni ti lapidassero e poi si nascondesserodietro a un albero. Tant'è che tu arrivando a casa e guardando ildiploma dell'ISEF ti venisse un gran nodo alla gola e cascassi all'indietro,putacaso, su quattro coltelli in piedi, dritti, come a immolare una vittima,e ti ci infilassi inesorabilmente; ma non morissi subito, no, ma guardassiil lampadario e lo vedessi ballare in maniera poco simpatica, tant'èche si staccasse e s'andasse a fracellare sui tuoi resti putridi di professoredi ginnastica malvisto dal preside ma anche da tutto il condominio che statirando freccette avvelenate contro il manifesto di una tua foto, (ehhh),venuta male, e a te non restasse altro che dire l'Atto di Dolore ma nonti riuscisse, anzi, venissero fuori offese al buon Dio, tant'è cheil buon Dio dicesse: “Io il perdono non glielo do! A me pare che mistia prendendo in giro!”. Allora tu cercassi di rimediare con parolein francese ma il francese non lo sapessi, allora lo imparassi, ma te lodimenticassi immediatamente, allora cercassi un vocabolario, lo trovassi,ma lo perdessi subito, proprio un attimo prima che una stupenda donna, alta,bionda, nuda e francese ti chiedesse di sposarla, e tu il fatidico giorno,invece di dire oui, dicessi yes, e tutti i suoi parenti in fila indianati dicessero AUG!*
*AUG (Abbr. di Auguri, modo di dire di buon auspicio inventato da una famigliadi Indiani, inventori anche della famosa fila).

Advertisement