I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

Decalogo

di Maurizio Chierici su Smemoranda 1998 - Cattivi pensieri

Noi, vecchi del pedale, riceviamo da trent'annile stesse lettere. Come si fa a diventare giornalisti che viaggiano?
Adesso le lettere crescono. Un po' per mitologia Tv, soprattutto per lelauree che restano a secco - senza posti, senza paga - i giovani si dannodaffare. Pretendono ricette precise, mai romanticismi. Ecco perchého preparato un decalogo prêt à porter.

 ? Vietato frequentare università dove giornalismoe comunicazione sono diventate la Bibbia del mestiere. Si finisce nel calderonedi psicologi, sociologi o laureati in scienze politiche: da anni ciabattanocome cameriere o postini part time per tirar su qualcosa. All'universitàdistribuiscono un'eccellente teoria. Che fa sognare. Ma non basta il fangodelle piccole realtà, e non insegna a non mollare fino all'ultimariga la curiosità civile del sapere "tutto". L'universitàè utile soprattutto ai professori. Bisogna capirli. Peccato che ilvecchio Luigi Einaudi avesse raccomandato di far sì che le ferrovieservissero soprattutto ai viaggiatori, non ai ferrovieri.
 ? Garantirsi subitocon la tessera di un partito. Anche il parcheggio in "un'area"influente va bene. Fino a qualche anno fa era indispensabile. Poi il disastrodi tangentopoli. Ma la moda ritorna e alla grande. Un giornalista con tesseragode infiniti vantaggi. Non solo i partiti invocano nelle redazioni uominidi fiducia quando devono far sapere certe cose, ma sono le stesse Tv e giornaliche per evitare polemiche scelgono redattori unti dalla doppia stima: professionalee del partito. Senza contare che se sei comunista o fascista, democristianoo forzista, con tessera o simpatico al potente, la possibilità del"pentimento" spalanca fantastiche prospettive professionali. Nelnostro mondo ex, l'Ex viene coccolato dalla definizione di "personaonesta". Quando il suo cassetto è ricolmo di memoriali che rivelanoi segreti degli antichi protettori, soldi a gogo. Quasi come per quei maggiordomiche circondavano lady Diana e hanno scritto le memorie. Tra i piùapprezzati i transfughi decisi: da cronisti comunisti alla corte di Berlusconi.Sono loro i candidati all'Oscar.
>3° ? Consigliabile l'iscrizionealla massoneria. Ancora meglio se la loggia è coperta o in odoredi P2. Prova del nove: aprendo la Tv o sfogliando i giornali, quanti vecchipiduisti incontrate ogni mattina? Controprova: fra i mille giornalisti disoccupatiche intristiscono davanti a computer vuoti, riuscite a scovare qualche piduistasenza lavoro?
4° ? Chi non se la sentedi mettere il grembiule dello spiritualismo massonico, o di finire nei bisbiglisegreti dell'Opus Dei, deve almeno iscriversi a Rotary, Lions, Soroptimist.Vanno bene anche le Fornelle. L'importante è avere alle spalle unacomunità organizzata. In caso di necessità soccorre sempre.
 ? Un punto delicatoè come diventare simpatici ai capi. Prima di tutto l'abito fa ilmonaco. Quando i direttori passeggiano in redazione in blu da capo a piedi,le redazioni devono aver l'aria di un matrimonio. O funerale. Se le cupolevestono sportivo, bisogna diventare un campo da golf. E se il capo fumala pipa, non resta che adattarsi. Consigliabili alle ragazze gridolini dipiacere appena la nuvola di tabacco le avvolge fino alla tosse. Meglio farcapire: se non fosse sconveniente ci proverei anch'io.
 ? Scrivere non èdifficile dopo i primi allenamenti. Ma l'obbedienza cieca , pronta e assolutaa volte riesce complicata. Comunque richiede allenamento. Non mancano imaestri. E poi, cari ragazzi, lasciate perdere il romanticismo dei viaggi.Internet, agenzie, telefonate: insomma, il giro del mondo attorno al tavoloviene meglio ed ha il pregio di somigliare - il mattino dopo - a tutti igiri del mondo di tutti gli altri giornali o Tv. Titoli compresi. Per allargarelo scheletro delle notizie in arrivo sempre dalla stessa fonte, frugaregli archivi. I vecchi inviati avevano il vizio di andare a guardare da vicino.Hanno lasciato qualche brivido negli articoli sepolti negli schedari. Sipossono tranquillamente ricopiare. Nessuno li ricorda più.
 ? Se proprio doveteandare in un posto agitato, non perdetevi nella sciocchezza del raccontarecosa sta succedendo "agli altri": siete voi i protagonisti chei lettori conoscono. Vogliono sapere come avete dormito, se mangiate o no;freddo e caldo torrido. E se gli odori delle città che bruciano virovesciano lo stomaco. Lasciate perdere, ormai, fischi di granate e pallottoleche sfiorano il vostro taccuino: troppo sfruttati. L'ultima botta l'hannodata racconti e libri scritti sotto i cannoni di Sarajevo. Mille volumi,milioni di pezzi, chissà quanti special Tv. Protagonisti sempre loro:grandi inviati che a casa si commuovono. E a ragione. Perché se incerti posti non andassero i giornalisti, migliaia di persone morirebberoper niente. Ecco perché se va bene i morituri diventano profughi,mentre il reporter si becca doverosamente il premio.
 ? Quando la brinagela le redazioni - cambio di direttori o editore che vende - non bisognainnervosirsi. Mantenere la calma ma scandagliare fino alla paranoia la geografiadelle amicizie dei nuovi che arrivano. Politiche, economiche. Meglio sesono rosa.
 ? Quando il gelocontinua, scrivere un libro. Ricordi di viaggio, una persona che non dimenticheròmai, un po' di porci con le ali. Se raccogliete le vostre spiate di traditoreche ha cambiato bandiera, torna il discorso del comandamento numero due:la carriera vola. Dedicare al libro non più di due mesi. Bisognapur scriverlo. Ma in fretta. Dopo comincia l'impegno più delicato:presentarlo. Giri nei rotary e nei lions della provincia italiana. Soprattuttogiri Tv a partire dal paradiso del mitico Costanzo Show.
Quale fortuna se nella sedia accanto si siede Bevilacqua.
10° ? I soldi. La bustadi ogni mese sintetizza le virtù sopra indicate. Ogni volta che disobbeditead uno dei comandamenti, spariscono bigliettoni. Fate bene i conti.
Questo il breviario del successo. Lo scrivo con rimpianto: un peccato averimpiegato troppi anni per scoprire le regole d'oro. Adesso so come si fama non faccio in tempo a farlo. Provate voi. Con un'avvertenza. Controllatecon attenzione se gli obbedienti sono proprio felici.

Advertisement