I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

L'uomo si vanta

di Maurizio Milani su Smemoranda 1997 - Diamo i numeri

Davanti alla mia scuola si era ribaltato un camioncarico di maiali. L'autista era mio zio, quello che ha il vizio di bere;egli non volendo responsabilità era scappato nei campi dopo l'incidente...sì, poi di notte aveva telefonato a Radio Popolare per vedere sealmeno metà colpa la prendevano loro. Per fortuna soltanto pochedecine degli 800 suini trasportati si lamentavano per le contusioni, glialtri appena liberi erano saltati dentro a un ipermercato e si erano vantatidi puzzare davanti ai clienti piùanziani. Noi studenti, invidiosidi vedere tutti quei bei maiali in mano ad altre persone, abbiamo piantatolì a metà il normale orario delle lezioni e siamo andati nell'ufficiodel Preside: Noi: “senti, vogliamo che quella mandria di maiali chesono adesso nel centro commerciale qui vicino vengano immediatamente trasferitinel nostro edificio scolastico” Il Preside: “accetto” Chiaramente,con l'aiuto dei bidelli e delle loro famiglie, si ; buttato giù imuri divisori delle 26 aule in modo da avere dentro la scuola un capannoneunico sui 45.000 mq. attrezzato per ristorare, massaggiare, disinfettare,bendare e tutto i porcelli... anche quelli che non erano malati e non avevanobisogno di cure mediche. Essendo ogni bestia sui 230 Kg., solo per mantenerneuna ci volevano 115 Kg. di crusca al giorno che costa L.90.000 al quintale.Praticamente una spesa sui sei miliardi al mese per tutti i maiali, compresele tovaglie di lino. Siccome il Preside non voleva pagare, facemmo arrivarela fattura alla U.S.L. di Lodi senza avvertirli... sì, poi si arrangianoloro a respingerla. Dopo non molto tempo, sempre davanti alla mia scuola,si ribalta un altro camion di maiali. I porci si dirigono ancora dalla parteopposta alla strada e come i loro predecessori, dopo aver risalito un fosso,entrano nel supermercato. A questo punto le cassiere si invaghiscono diloro e senza conoscerli iniziano a frequentarli fuori dall'orario di lavoro,pur continuando a rimanere “fidanzate in casa” con il vecchioragazzo che hanno da 4 anni. Questa volta l'autista del camion viene serenamenteverso la nostra scuola e senza permesso raduna tutte le classi in aula magnaper un'assemblea generale; qui parla al microfono: Lui: “i maiali,durante i loro trasferimenti, si mettono d'accordo per spostarsi da unaparte del rimorchio tutti nello stesso momento, se questo succede in curvaè facile rovesciarsi” Io: “lei come uomo si vanta?”Lui: “sì; su 1500 viaggi con bestiame mi sono ribaltato 1200volte e sempre quando trasportavo suini” A quel punto nel sentire unapersona ragionare così, 410 alunni dei circa 500 che erano lìdecisero di interrompere immediatamente gli studi senza avvertire la segreteria.Andarono d'urgenza ad iscriversi ad una autoscuola per conseguire la patente“E” ed iniziare al piùpresto il lavoro di trasportatoredi maiali. I loro genitori si sono offesi. I 3/4 del corpo insegnante, trovatisidall'oggi al domani senza lavoro, furono smistati dal Provveditorato a farei “croupier” nei Casinò di stato di: Sanremo, Campioned'Italia, Isola Caprera. Molte professoresse laureate in lettere, non essendogradite ai clienti della “roulette”, furono assegnate ai guardarobaabusivi nei sotterranei delle case da gioco; qui, alle dirette dipendenzedi una signora che aveva fatto solo la terza media, venivano usate per rammendarei calzini dei camerieri e tener puliti i pavimenti. I loro genitori si sonooffesi.

Advertisement