I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

login

Nel cuore e nella mente

di Teo Teocoli su Smemoranda 1995 - Con il cuore e con la mente

Ricordo perfettamente che era ferragosto, io e gli amici ci trovavamo a Lourdes; Pesaola, con i piedi immersi in una tinozza d'acqua, chiedeva la grazia per un fastidioso difettuccio fisico che lo affligge da anni (non so se sapete che quando 'o Petisso si toglie le scarpe i verdi si arrabbiano e il giorno dopo bisogna circolare a targhe alterne). 
Nel silenzio più assoluto squillò il telefonino di Bruscolotti, il cui volto si trasformò ben presto in una maschera di terrore. Riattaccò, mi guardò e disse:
- Era il signor Ginoemichele. - E che ha detto? - "Nel cuore e nella mente" - e mentre mi dava questa risposta una lacrima solcò inesorabilmente il suo viso.
Io ci ho provato, ho passato mesi d'inferno davanti a un foglio bianco, ma non ce l'ho fatta; d'altra parte ditemi voi come può un giornalista serio, scrivere un pezzo con meno di due anni di preavviso.
Quindi, se proprio volete, accontentatevi di questo articolo da me preparato per la Smemoranda 1991 e consegnato, con largo anticipo, il mese scorso.
AMERICA, ANATOMIA DI UN CONTINENTE
reportage di Felice Caccamo
BOSTON: Tra le città americane è senz'altro quella che più ricorda la Vecchia Europa, con le sue tradizioni e la sua secolare cultura, ma nonostante questo a Boston la pizza è ancora troppo alta e la birra sa un po' di tappo.
BUONO, CON RISERVA
NEW YORK: Ristorante "LA BELLA TORONTO"
Appena aperta la porta, un ambiente rustico ma elegante vi farà subito sentire a vostro agio. Piero e Mirella, i cordiali gestori di questo angolo di Canada alle porte di Manhattan, vi accoglieranno con simpatia offrendovi un caratteristico aperitivo della casa.
Il menu è una piccola miniera di gioielli gastronomici, tra cui consigliamo i deliziosi saccottini di castoro alle erbe dell'Ontario e il rognoncino di orso bruno agli odori; e per concludere, il carrello dei dessert, una esaltante esplosione di sapori canadesi: profitteroles, meneghina e torta della nonna.
Per quanto riguarda i vini, Piero e Mirella saranno felici di condurvi nella ricchissima cantina, dove campeggiano squisite bottiglie di barolo canadese e Brunello di Vancouver.
Chiuso il lunedì. Carte di credito AE, VISA, CARTASI'
ORLANDO: Purtroppo Orlando non ho potuto visitarla, però ho visto il film; bellissimo il primo tempo, ma nel secondo i dialoghi si appesantiscono togliendo ritmo a una sceneggiatura non troppo rigorosa. Ottimi i costumi, magistrale la fotografia.
Unica nota negativa: nel cinema non vendevano Bomboniere Algida né frutti di mare.
PER DISCUTERE
LOS ANGELES: Los Angeles è una città enorme; pensate che è grande come l'Umbria.
Ne ho approfittato per visitare Gubbio e Orvieto, che non avevo mai visto. Non disdegnate le gite fuori porta: a pochi chilometri da Los Angeles vi consigliamo Frosinone.
TURISTICO, MA CI SONO TROPPI ITALIANI WASHINGTON: Città famosa nel mondo per il suo calzone farcito; da non perdere per il celebre calzone a sorpresa, che non mancherà di stupirvi.
Io ci ho trovato una rana. Viva.
PER MOLTI MA NON PER TUTTI
DALLAS: A Dallas io e la mia rana ci siamo trovati abbastanza bene. Alle coppie consigliamo il Motel Blue Moon; ambiente discreto, luci soffuse, materassi ad acqua e televisione via cavo.
E dopo, una romantica pizza al trancio per due.
APPASSIONANTE
S. FRANCISCO: Io e la mia rana ci siamo lasciati.
Non basta l'attrazione fisica per costruire un rapporto a due.
Addio America, me ne torno a Napoli.
COMMOVENTE

Advertisement