I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

login

La notte è tanta

di Roberto Roversi su Smemoranda 1993 - La notte

La notte è caduta 
night is fallen
die Nacht ist hereingrebochen
sereno de notte, nen vale tre ppere
cotte
lu mule se sònne tre vvòte la nòtte
d'accìde' lu patròne
e ll'asene de derreparle
la nòt porta cunséii
la notte è bella è lunga è propizia
agli amanti
la notte stellata senza vento tempestosa
la notte interminabile è una cosa da contare sulle dita
la notte dei tempi
la notte in cui
questa notte striscia via lenta lenta
ha da finì a' nuttata
a' nuttata è finuta e poi?
la notte del medioevo
bene ma io in che notte sono?
la notte dei lunghi pensieri
la notte dei lunghi coltelli
la notte che precede una battaglia
spalanco una finestra e respiro il 
fiato buono della notte
si ascolta il suo silenzio che non si accompagna ad altro
suono o rumore che non sia il silenzio
solo una foglia si scuote nella notte
nella notte laggiù oltre alberi e
alberi un cane abbaia
nella notte sul viadotto transita 
troppo veloce un tir targato CT
nella notte in quella casa è nata una
bambina
un vecchio al buio conta le ore nel cuor della notte

LA NOTTE
bella di notte
camicia da notte
buona notte al secchio
dal giorno alla notte
peggio che andar di notte
notte brava e canto notturno di un pastore
partita notturna
nottolino
nottolone
era di notte l'ora bella quando lui è partito
erano le prime ore notturne momento 
magico del mondo quando
lei è arrivata
che notte ragazzi che notte
sembrava la fine del mondo
io quella notte

LA PRIMA NOTTE DEL DUEMILA

Advertisement