I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

login

Radici

di Banda Osiris su Smemoranda 1991 - Le Americhe

Il jazz nasce nell'ento (fine dell'Ottocento) nel Sud degli Stati Uniti. 
Molti studiosi sono concordi nell'affermare che l'origine di questa musica sia da ricercarsi nei canti di lavoro degli schiavi negri.
Vi ricordate la scena in cui Lana Turner osservava con disprezzo i corpi sudati degli schiavi che cantavano nei campi di cotone, nel film Lana fuori e cotone sulla pelle? Ecco, la realtà non era molto dissimile. 
Il mantenimento delle loro radici, il loro desiderio di libertà, la loro religiosità (jazzèmani) era affidata al canto. 
Semplice, primitivo: una voce solista fungeva da traino e il coro gli rispondeva, secondo il classico schema "chiamata-risposta".
Unica variante fu quella in cui il padrone bianco chiamava e lo schiavo non rispondeva, che introdusse un nuovo elemento musicale: la battuta.
Passano gli anni, ma otto son lunghi. Allora diciamo che dopo sette anni, dalla campagna i negri ormai liberi dalla schiavitù, furono relegati nei ghetti delle città. 
Qui i loro bambini, che fin da piccoli masticavano musica, scoprirono la gomma americana e si accorsero di quanti palloni gonfiati ci fossero intorno.
Nacque così il blues, che riprendeva dai work-songs sia la struttura musicale che le istanze sociali. Il canto, questa volta solistico, in alcuni casi fu accompagnato da una chitarra, in altri in galera. 
Prigioniera della propria cultura, nelle città la musica di origine africana si aprì alle influenze melodiche ed armoniche di quella europea. Questa contaminazione diede origine al "ragtime", il cui massimo esponente fu Keith Emerson nella sigla televisiva di Odeon.
Ragtime, blues e musica creola, seguendo le migrazioni degli ex-schiavi si incontrarono a New Orleans, dove sorsero le prime "band". 
La particolarità di queste formazioni era quella di utilizzare strumenti facilmente trasportabili e suonabili con gli arti superiori, forse per questo un milanese le definì "Brass Band", poiché le loro esibizioni avvenivano in parate per le vie della città.
Siamo ormai nel nov (inizio Novecento) e il jazz si mise in cammino. Ormai aveva trovato la sua strada.
Vai musica, vai! 
Anzi, come disse Lee van Cleef nel film La fine di Ringo: "GO!"

Advertisement