I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

Dieci ragazze per me

di Paolo Calvani su Smemoranda 1988 - Numero 10

Quella storia non l'aveva mai convinto. "Voi uomini. In ogni donna cercate la puttana e la madonna. Troppo comodo". Non lo convinceva quando era studente ad Architettura. Figurarsi adesso, affermato impiegato creativo appena arrivato in McCrash dopo anni di J.W. Tombstone (pubblicità, of course). Ma come, solo vergine e meretrice? No, due non bastano. Aveva ragione Lucio. Ne servono dieci. Solo che ai tempi suoi la situazione era meno complessa. Nel suo jingle buttava lì qualche esempio di ragazza su misura per lui. Una (diceva più o meno) la voglio perché sa bene ballare. E va be'. Una la voglio perché ancora non sa cosa vuoi dir l'amore. Contento lui. Una soltanto perché ha conosciuto tutti tranne me/yee-e-e. E qui già non siamo più d'accordo. Comunque si trattava di desideri di un ragazzo del 1969, quando Milano non era ancora da bere. Oggi oltre al solito tormentone della puttana e della madonna ne servono almeno altre otto. 1) Bellissima da party 2) Acuta da conversazione 3) Massaia da manicaretti 4) Plastica da sport 5) Bollore da letto 6) Demenziale quanto basta 7) Rassicurante nei momenti difficili 8) Autonoma quando serve. E poi deve avere la forza sgrassante di Cif ammoniacal. Solo così piace, piace, piace. Come il crodino. Anzi sarebbe bello averle in casa tutte e dieci. E che importa se poi sotto i pantaloni indossano collant smagliati; se fanno un uso smodato di carta igienica; se la cornetta del telefono è l'oggetto che hanno più spesso in mano, se dalle loro borsette ripiene di ogni genere merceologico esce uno strano odore. E tutto sommato non è un problema neanche il ciclo. D'accordo, nei cinque giorni prima si rivelano intrattabili, nei cinque durante sono depresse, nei cinque dopo diventano elettriche perché devono recuperare. Ma dopotutto si tratta solo di 15 giorni al mese. Sopportabilissimi. Dieci ragazze per me, vuoi mettere? Un record da far impallidire i dieci piani di morbidezza. E poi immaginate cosa vuoi dire avere in casa la forza di 20 braccia? E soprattutto addio domestica. Finalmente qualcuno che non la fa tanto spessa e pulisce il water.  

Advertisement