I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

Nucleare, no bbuono

di Bill della Redazione su Smemoranda 1980 - ...

Una delle domande più ricorrenti in questi mesi d'accanito dibattito sull'energia e sulla scelta nucleare, è stata: "Ma, come si fa a distinguere un nucleare da un antinucleare?". Per dare una risposta chiara e definitiva a questo annoso problema, abbiamo realizzato un'ambiziosa inchiesta dal titolo: Nucleare, no bbuono II problema fondamentale da risolvere era quello dell'imparzialità. Come potevamo infatti, noi della redazione, antinucleari convinti e praticanti, trattare in modo corretto e imparziale un argomento tanto delicato? Abbiamo pensato subito alla Demoskopea e alla Doxa, ma visti i risultati penosi dei loro sondaggi sulle elezioni, ci siamo velocemente ricreduti. La Digos, interpellata da un nostro incaricato, ci ha risposto che si sarebbe interessata alla cosa. Dopo 52 perquisizioni e 29 arresti, abbiamo pregato la Questura d'archiviare il caso. Le uniche possibilità, giunti a questo punto, erano quelle di affidare il tutto o alla commissione d'inchiesta su Seveso o all'ufficio meteorologico dell'Aeronautica Militare. Avendoci risposto i primi che le centrali nucleari non esistono, ci siamo visti costretti ad affidare le ricerche ai secondi. Questi sono i risultati: Nucleare I "nucleari" al di là di ogni considerazione d'ordine umano, sociale e politico, puzzano. La loro altezza varia dal metro e venti al metro e novantacinque. Vario il colore dei capelli e degli occhi (alcuni biondi con gli occhi azzurri si sono dichiarati ariani puri). Elemento fondamentale per riconoscere un nucleare: tiene la luce, la radio, la televisione, la lavastoviglie, e tutti gli altri elettrodomestici perennemente accesi con l'obiettivo di accelerare i tempi della crisi energetica. È amico di Toni Negri e di Daniele Pifano, stima Oreste Scalzone come uno dei migliori interpreti di western-spaghetti, è abbonato a Controinformazione, Metropolis, Rosso e naturalmente a Black-Out. Non sopporta il fumo delle candele. È progressista, dichiara infatti di non volere un ritorno al Medioevo. Altra caratteristica del nucleare è la carnagione terrea. Odia infatti il sole. Buon bevitore, donnaiolo, vive di notte e ama gli angoli bui. Gli piacciono i film del terrore ha visto più volte tutti i film del filone catastrofico (L'inferno di cristallo, Terremoto, Catastrofe, Disastro, ecc.). Grande conoscitore della letteratura italiana, predilige il Monti, il Foscolo, i Crepuscolari. È (scusateci, ma questi sono i risultati dell'inchiesta) tifoso dellâInter e della Juventus. Attore preferito: Klaus Kinsky. Attrice preferita: Tina Pica. Antinucleare Non puzza, ma solo per distinguersi dai nucleari. Quando i nucleari non puzzeranno più, l'antinucleare sì. È pessimista e vede incidenti, catastrofi, inquinamento e morte dappertutto. Alcuni portano sfortuna. Non ha caratteristiche fisiche particolari. Dissemina al suo passaggio autoadesivi gialli raffiguranti un sole sorridente con la scritta "Energia nucleare? No, grazie" scritto in più lingue (tra cui il cinese e il sanscrito). Amante della natura, partecipa a tutte le marce e biciclettate ecologiche, frequenta i ristoranti macrobiotici, si cura dall'erborista. Un'altra delle discutibili abitudini dell'antinucleare è la vacanza "on the road ". Partono armati di zaino e sacco a pelo e trascorrono la gran parte delle ferie sui bordi delle autostrade e delle strade statali. I più moderati scelgono invece le vacanze in campeggio. In entrambi i casi l'antinucleare torna dalle vacanze conciato peggio di prima. Naturista, non disdegna l'abbandono a pratiche yoga o che considera orientali. Spesso dedito agli stupefacenti. È per la coppia aperta, ma non troppo. La sua squadra del cuore è, per motivi che ci sfuggono, il Milan. Ascolta le radio democratiche, gli piace il reggae. Cantante preferito: Bob Marley. Cantante preferita: Blondie.

Advertisement