I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

login

Mi piace

di Gino&Michele su Smemoranda 2016 - Mi Piace

Mi piace questo “Mi piace” duemilasedici.
Mi piace perdermi dentro un bosco. Mi piace sentire piovere sugli alberi. Mi piace il sole, quando non c’è, e se ne avrebbe voglia, tanta. Mi piace la luna, quando c’è e non ci sono le stelle. Ma mi piacciono di più le notti di luna nuova. È lì che le stelle festeggiano la loro luce. Mi piace il ghiaccio del Polo Nord, e l’acqua dei tropici. Mi piace la sabbia sotto i talloni quando, umida, ci racconta di un’onda che c’era. Mi piace immaginare un mare con tanta vita. Mi piace nuotare al largo, per guardare la terra come un naufrago felice. Mi piace l’odore del cloro per un’acqua senza isole, con le voci che rimbombano sulle piastrelle. Mi piace leggere quando non sei obbligato a leggere. Mi piace studiare per curiosità. E divertirmi per umiliare la noia. Mi piace l’ozio se è proteggersi per volersi bene. Mi piace guardare la tv come se fosse cinema, e il cinema come se fosse vita. Mi piace il telefono quando aspetto un segno. Mi piace quando significa per gli altri che ci sono. Mi piace scaldarmi l’anima sotto a un piumone. E il cuore dentro a una mano. Mi piacciono i gamberi, perché sono dubbiosi. E i capodogli, la loro timidezza quando si nascondono nelle profondità. Mi piace guardare una partita di calcio condivisa. Mi piace giocare qualsiasi gioco di squadra. Mi piace dire “noi”, quasi mai “loro”, poche volte “io”. Mi piacciono le prime ore piccole, quando ancora riesci a guardare negli occhi. Mi piace il tram. Mi piace un camion con dentro una macchina con dentro una bicicletta con dentro un viaggio nella testa. Mi piace pensare di andare un giorno da qualche parte. Mi piace partire per Londra, conoscere un figo assurdo e baciarlo con la lingua. Ma anche se non conosco la lingua, mi basta guardarlo negli occhi. Mi piace, scriverei sul mio profilo. I like, Lekker, in olandese, che significa bello. E Gud, che vuol dire godo che vuol dire buono. “Mi piace”, I like, Gefällt mir a Berlino, Synes godt om a Copenaghen, e Vind ik leuk a Utrecht. J’aime a Bordeaux, Gosto a Porto, Me gusta a Valencia. E il resto lo posso immaginare. Perché mi piace la fantasia quando non cancella la realtà. La supera. La esalta, la rende Grande. Mi piace. Mi piace perfino a chi non piace. Dite: “Mi piace”, per piacere.

Advertisement