I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

Diversity Media Awards

di Giovanna Donini
| News | 0 commenti

Gli Oscar italiani dedicati ai media sul tema LGBT, Fedez e Mika in nomination

Francesca Vecchioni è una donna che non si ferma mai. Con la testa, soprattutto. E’ una che ci pensa bene prima di fare una cosa e poi, però, quando la fa, pensa, sogna e realizza, tutto in grande. Così è ovvio che sia proprio lei, con la sua  associazione culturale Diversity, l’ideatrice del progetto DMA&DMR ed è ovvio che sia proprio lei a portare per la prima volta in Italia i Diversity Media Awards (DMA). Uno degli scopi dell’associazione Diversity, infatti, è sempre stato quello di promuovere una rappresentazione accurata delle persone LGBT per combattere l’omofobia e la discriminazione basata sull’identità di genere: “Garantire un’informazione corretta non è semplice, ma è fondamentale per agire positivamente su un immaginario collettivo che con la conoscenza potrebbe superare pregiudizi e paure. Ogni cambiamento inizia, infatti, dalla conoscenza: studiare la realtà attuale è fondamentale per coinvolgere la società e migliorarne il benessere.” Il Premio Media, pensato sul modello dei GLAAD Awards, dunque vuole premiare i prodotti mediali che, nel corso dell’anno, si sono distinti nel rappresentare in modo attento e rispettoso le persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali. Perché, in effetti, ammettiamolo, succede a volte che chi informa, in realtà disinforma o informa male e spesso accade, purtroppo, quando si tratta di temi importanti come, ad esempio, le unioni civili. L’idea, quindi, è quella di premiare chi sa informare e comunicare e rappresentare il mondo lgbt in modo attento e corretto.

Cardine del progetto è la realizzazione di una ricerca qualitativa annuale che, studiando i prodotti mediali (TV, radio, stampa, pubblicità), ha composto un termometro degli atteggiamenti espressi sui temi LGBT, valutando l’impatto sociale dei media in Italia. La ricerca gode della collaborazione attiva di vari atenei italiani e centri di ricerca. Una Commissione scientifica multidisciplinare composta da accademici di 9 atenei differenti si è occupata di verificare i parametri e stilare le conclusioni. Dalla ricerca sono quindi emerse le produzioni mediali divise per categorie che nel 2014 meglio hanno trattato il tema LGBT. Le candidature per il personaggio dell’anno sono state scelte sulla base della ricerca e poi incrociate con i dati di Google Survay, uno strumento del motore di ricerca che permette di analizzare la popolarità sul Web. Per individuare i vincitori conterà anche il voto popolare sarà possibile esprimere la propria preferenza online dal primo aprile sul sito www.diversitylab.it. A maggio ci sarà la premiazione in grande stile: un evento da tappeto rosso, con la direzione artistica di Fabio Canino. Ecco le nomination dei Diversity Media Awards divise per categoria:

CINEMA: Miglior Film Italiano: Io e lei (Produzione Indigo Films); Né Giulietta né Romeo (Produzione Pigra); Vergine Giurata (Vivo Film e Colorado Film.

RADIO – Miglior Programma: Pinocchio - Radio Deejay; Si può fare - Radio24; Stai Serena - Radio2.

PUBBLICITÀ – Miglior Campagna: Milioni di passioni - Tim Vision (Leagas Delaney); Microonde e gustose sorprese - Findus (Havas Worldwide); Buone Feste dalla famiglia Frozen - Disney Junior. 

TV – Miglior Serie Italiana: Un posto al sole - Rai Tre (Produzione FremantleMedia Italia e Rai Fiction); È arrivata la felicità - Rai Uno (Produzione Publispei; Ragion di Stato - Rai Uno (Produzione Rai Fiction e Cattleya).

TV – Miglior Serie Straniera : Grey’s Anatomy - La7 e Fox Life; Beautiful - Canale 5; Faking It - MTV Next e MTV8.

TV – Miglior Programma: Che Tempo che Fa - Rai Tre; Pechino Express - Rai Due; Italia’s Got Talent - Sky Uno; Sconosciuti - Rai Tre; Vite Divergenti - Real Time.

WEB – Miglior Produzione Video: The Jackal; Fuori!; 10percento Badhole Video.

PEOPLE – Personaggio dell’anno: Mika; Laura Pausini; Tiziano Ferro; Barbara d’Urso; Fedez; Daria Bignardi.

Gay
LGBT
FEDEZ
mika
Diversity Media Awards
Francesca Vecchioni

0 Commenti

Scrivi un commento

Devi essere registrato per potere scrivere un commento.

Hai già un account Smemoranda?

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati
Advertisement