I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

login

Fossi in te io insisterei

di Giovanna Donini
| News | Stop Secret | Coming here | 0 commenti

Il nuovo libro di Carlo G. Gabardini che fa coming-out con il babbo e ci dà il coraggio di stare al mondo, così come siamo!

Carlo G. Gabardini

fossi in te io insisterei

Mondadori

Carlo dice che «il coming- out non è un'esclusiva degli omosessuali, ma di tutti. Perché "venir fuori", mostrarsi per chi si è realmente, urlare cosa si desidera per la propria esistenza, non concerne solo la sfera sessuale, riguarda il nostro senso di stare al mondo. Fare coming-out significa cominciare a vivere». Un libro che è un invito a non aver paura, a uscire allo scoperto.

Mi sono innamorata di Carlo più volte.

La prima è stata quando l’ho visto interpretare il personaggio di Olmo Ghesizzi nella fortunata sitcom di Italia 1 Camera Café.
La seconda volta è stata quando l’ho visto nei panni di Goffredo nel film Si può Fare di Giulio Manfredonia.
La terza, forse, quella che mi ha fatto letteralmente perdere la testa per lui, è stata quando ha pubblicato un video esilarante che ha fatto il giro del web e che comparava la marmellata alla nutella, sostenendo, come diceva nonna, che i gusti non si discutono e, insomma, ci si innamora di chi ci si innamora.
Infine, mi sono innamorata di Carlo quando ha scritto di getto una lettera pubblicata sulle pagine di Repubblica, dopo aver letto del suicidio di un ragazzo gay.
A questo punto credo che se ti innamori più volte della stessa persona, dopo un po’, puoi chiamare, senza paura, questo sentimento, amore. Con amore, quindi, ho letto Fossi in te io insisterei, il libro di Carlo Gabardini edito Mondadori.
Una lettera (d’amore) che Carlo ha scritto al padre “troppo esemplare e troppo amato a cui, chi scrive, deve dire addio per affrontare la vita ancora da vivere”.
Raccolgo, qui di seguito, sensazioni a caldo.


Mi ha fatto tornare indietro e andare avanti. Andata e ritorno. Dal passato al presente. Destinazione nostalgia, felicità,amore.
Mi ha fatto ridere e piangere.
Mi ha fatto attraversare strade buie e illuminate dentro di me.
Mi ha fatto ricordare che “fare coming out significa cominciare a vivere.”
Che tutti, a prescindere dal proprio orientamento sessuale, dovrebbero uscire allo scoperto per vivere al meglio la propria vita.
Che non bisogna mollare. Non bisogna avere paura. Piuttosto è necessario insistere. “Perché solo così possiamo riprendere in mano il filo della nostra esistenza”.

Carissimo Carlo,
ora, ancora, mi viene da dirti solo grazie.
Con Amore
Giovi

STOP SECRET: Carlo sarà una delle NEW ENTRY nel diario Smemo2016... ;)

Per saperne di più

Stop Secret è l'angolo degli Smemosessuali. Gli Smemosessuli sono senza genere, aperte, intelligenti, amano senza limiti, sognano senza regole, forse hanno sofferto senza protezione e ora scrivono e vivono senza controllo!
Gli smemosessuali sono anime che hanno “un sesso” mentale più che fisico, un sesso uguale per tutti. L’amore degli SMEMOSESSUALI e’ indimenticabile e purtroppo non ancora tutelato. Gli smemosessuali Sono quelli che sanno ridere e piangere, volare e cadere, amare e odiare. Sono quelli che sanno ballare, anche male.
Infine i veri Smemosessuali sono quelli che non direbbero MAI la frase: “quello è un ricchione…!!!!”

 

stop secret
Carlo Gabardini
coming out
Mondadori
Gay
le cose cambiano

0 Commenti

Scrivi un commento

Devi essere registrato per potere scrivere un commento.

Hai già un account Smemoranda?

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati
Advertisement