I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

login

Fuoricinema: tre giorni di festa pop e cinema

di Giovanna Donini
| News | Cinema e Tv | 0 commenti

A Milano dal 16 al 18 settembre

Milano come New York, Fuoricinema come l’Hbo Summer Festival a Bryant Park, “dove la gente arriva con la copertina per il pic nic e condivide la passione per il cinema”. Milano sempre più bella e intelligente, sempre più innamorata e sognatrice. Così per tre giorni, dal 16 al 18 settembre, Milano diventa capitale del cinema grazie all’idea di due donne determinate, appassionate, impegnate: Cristiana Capotondi e Cristiana Mainardi.

La prima edizione di Fuoricinema sarà nel cuore nell’area che si affaccia su via Gaetano De Castillia (ai piedi del Bosco Verticale), l’ingresso sarà libero, lo scopo benefico. La rassegna organizzata da Visione Milano con Anteo, Artisti Insieme e Corriere della Sera, vedrà alternarsi sul palco registi, attori, scrittori, musicisti per dare vita a una vera e propria festa pop. Venerdì 16 settembre apriranno la prima edizione Aldo, Giovanni e Giacomo che festeggiano i 25 anni di carriera, mentre la chiusura – prevista per il 18 settembre – sarà nelle mani di Luciano Ligabue, a pochi giorni dal «Liga Rock Park».

Le “padrone di casa” sul palco saranno Cristiana Capotondi e Teresa Mannino con Matilde Gioli, che guideranno gli artisti in un viaggio-maratona che al tramonto lascerà spazio, fino a notte fonda, alla proiezione di film.

Il tema di questa prima edizione è il sogno. “Sogno, che è la materia di cui sono fatti i film, ma anche visione, perché stiamo realizzando l’edizione zero di una cosa che al momento non esiste. Sarà un nuovo modo di stare insieme, nel solco dell’onda lunga della nuova stagione di Milano, che cerca aperture piuttosto che chiusure, incontri invece di scontri», spiega Cristiana Mainardi, ideatrice con Cristiana Capotondi di Fuoricinema. “Il cinema è sogno. Inteso anche come sogno da realizzare. Non basta il talento, serve innanzitutto la spinta a intraprendere una carriera artistica, quello è l’inizio del viaggio, l’arrivo è la coronazione di un sogno che si coltiva da bambini»- commenta l’amministratore delegato di Anteo, Lionello Cerri: «Anteo ha sempre cercato di andare oltre i muri e la definizione classica della sala cinematografica, che è anzitutto un luogo culturale per il modo in cui la si può vivere e per le esperienze che si possono condividere. Una città che riesce a far vivere il piacere di condividere cultura è una città bella». 

Infine ecco il dettaglio da non trascurare: l’ingresso alla rassegna è libero, ma lo scopo è benefico. Infatti attraverso la collaborazione con il mondo della moda, del cibo e del design, un market place e un’asta Charity Stars serviranno a raccogliere fondi per tre associazioni milanesi che si occupano di infanzia.

Cinema
Gino & Michele
Ligabue

0 Commenti

Scrivi un commento

Devi essere registrato per potere scrivere un commento.

Hai già un account Smemoranda?

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati
Advertisement