I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

login

H-Maps per non perdere la rotta

di La redazione
| News | 0 commenti

Se sai qual è la strada, la meta sembra più vicina

Dal 5 luglio per 120 giorni è online sulla piattaforma “WithYouWeDo” il progetto H-Maps. 40mila euro da raccogliere tramite crowdfunding per sviluppare e implementare l’idea di Laura Rossi, trentenne, studentessa di radiologia, alla quale è stato diagnosticato un linfoma di Hodgkin. 

Nel video che spiega cosa sia H-Maps Laura si chiede: “E ora? Cosa bisogna fare? Come si abita all’interno di un corpo malato?”. Eppure lei è radiologa, lei “sa” più degli altri pazienti, che forse sono ancora più spaesati. Un percorso faticoso e difficile, che richiederebbe tutta la calma e la determinazione che tipicamente nessuno ha in quei momenti.

Di qui l’idea, “per non perdere la rotta”, di una mappa, una guida, sia digitale che cartacea, che spieghi con parole semplici e una grafica intuitiva il percorso di cura, per valutare la migliore scelta terapeutica e accompagnare il paziente in questo cammino.

Se sai qual è la strada, la meta sembra più vicina”. E così, con l’obiettivo ben fisso e preciso della guarigione, viene spiegata ogni tappa, le terapie da fare e tutti quegli ostacoli da superare, dai più seri a quelli apparentemente meno importanti, dalla fatica e le fragilità psicologiche ai capelli che cadono.

Spiegano gli ideatori: “H-Maps è stata pensata come una vera e propria mappa infografica del percorso terapeutico scandito per tappe in successione cronologica. Ogni tappa è completata da una breve spiegazione delle procedure che compongono l'iter, utile per abbassare il livello di ansia del paziente e migliorare la sua partecipazione nel processo di cura. Allo stesso tempo H-maps vorrebbe essere una sorta di guida attraverso un luogo fisico e un luogo interiore: non solo un supporto esplicativo ma anche un accompagnamento e un incoraggiamento nel percorso di cura.”

Il progetto ha iniziato a prendere forma grazie al supporto concreto dell'associazione di promozione sociale ARCI Liguria, alla collaborazione con la Clinica Universitaria Ematologica dell'Ospedale San Martino di Genova, al prezioso contributo del dottor Filippo Ballerini e a un team di filmmaker esperti di comunicazione sociale e sensibile.

Per saperne di più

Per crescere e svilupparsi H-Maps ha bisogno delle donazioni di tutti che si possono fare al link https://withyouwedo.telecomitalia.com/projects/3026/h-maps 

solidarietà
crowdfunding
malattia

0 Commenti

Scrivi un commento

Devi essere registrato per potere scrivere un commento.

Hai già un account Smemoranda?

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati
Advertisement