I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

login

IndiePride 2016

di La redazione
| News | Cinema e Tv | 0 commenti

Musica contro l'omofobia, a Bologna

La manifestazione della scena musicale indipendente contro l’omofobia scalda i motori. È da qualche giorno fuori il programma, che si annuncia ricco come non mai, della quinta edizione in quel di Bologna.

Sono passati cinque anni dalla prima edizione, ma nel 2016 c'è ancora bisogno di un evento che parli di lotta all'omofobia e che sensibilizzi su un problema, purtroppo, sempre attuale.
A salire sul palco del Tpo per appoggiare la causa di Indie Pride ci saranno:

-Nada insieme agli A Toys Orchestra. La musa della musica indipendente italiana, la cantautrice che ha fatto della pancia e del cuore il fulcro attorno al quale far girare l'urgenza del suo messaggio musicale, insieme a una band con una storia solida e prestigiosa, che come lei ha saputo conquistare una credibilità trasversale.

-La Rappresentante di Lista, una "queer band": : poliedrici, frizzanti, con una carica emotiva tutta particolare che li contraddistingue.

-Giorgieness, rock senza "se" e senza "ma": "La Giusta Distanza" è il suo esordio, che con ruvidezza e dolcezza racconta la stessa Giorgie D'Eraclea.

-Erio, poesia come la sua voce, la sua musica un viaggio nel mondo interiore del personaggio di cui Erio è interprete, mentre di quello esteriore rimangono solo vaghi echi lontani in cui le melodie si fondono.

-Pierpaolo Capovilla, frontman de Il Teatro degli Orrori e dei One Dimensional Man, autore graffiante quanto attento al contesto sociale in cui si muove addentrandosi, da sempre appassionato di letteratura si cimenterà in un reading pensato appositamente per il pubblico di Indie Pride.

Amici da anni con Indie Pride e sostenitori della causa, i regaz di Garrincha SoundSystem saranno in console con i Keaton e i Teppa Bros. per allietare e far ballare Indie Pride in tarda serata.

MC Nill si riconferma conduttrice alternando le sue rime alle note di Honeybird (new entry di questa edizione): insieme accompagnareanno il pubblico attraverso tutta la kermesse a suon di musica e parole di lotta e sensibilizzazione.

Indie Pride - Indipendenti contro l'omofobia per il terzo vede al suo fianco il Tpo ed il Gender Bender International Festival di cui è anteprima, si affiancano da quest'anno Le Comunicattive, agenzia di comunicazione e promozione da sempre attenta alle tematiche sociali con particolare attenzione al mondo delle donne.

Per saperne di più

indiepride.it

rock
indie
omofobia

0 Commenti

Scrivi un commento

Devi essere registrato per potere scrivere un commento.

Hai già un account Smemoranda?

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati
Advertisement