I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

login

Intervista ai Giardini di Mirò

di L'Alligatore
| News | Musica | Dalla palude dell'Alligatore | 0 commenti

Rapsodia satanica! (non siamo impazziti, è il titolo del loro ultimo album)

Giardini di Mirò

Rapsodia Satanica

Santeria

Nuova uscita per i Giardini di Mirò, musiche originali per una vecchia pellicola del 1917, “Rapsodia Satanica” di Nino Oxilia, interpretata dalla diva del muto Lyda Borelli, ennesima rilettura del mito faustiano. Non una semplice sonorizzazione di un film, ma un vero e proprio album, dato alle stampe con Santeria, importante label dell’underground italico più vero e duraturo.
Già abituati a confrontarsi con il cinema, sia come autori di colonne sonore e/o collaborazioni a film, sia come sonorizzatori di pellicole del passato (stupendo il loro lavoro per il capolavoro di Giovanni Pastrone “Il fuoco”), i Giardini di Mirò hanno compiuto un altro passo nell’intrecciare le arti attraverso il tempo. “Rapsodia Satanica” rappresenta una tappa importante, un disco dove il loro rock acido-elettronico si fonde con il blues, la musica contemporanea, melodie d’oriente, e molte schegge sonore. “Rapsodia Satanica” si rinnova e dilata ad ogni ascolto, grazie ad una componente onirica magica forte. Non oso immaginare cosa possano fare nei live.     
Di tutto questo e altro ancora, ne ho parlato con Corrado Nuccini, storico componente della band emiliana, che gentilmente ha accettato di rispondere per mail ad alcune mie domande.

“Rapsodia Satanica” è musica che prende vita dall’omonimo film muto di Nino Oxilia. Perché ancora la scelta di musicare un film?  Perché questo film?
Nel luglio del 2013 il Festival del Futurismo di Morciano (RN) c'ha invitato  a partecipare alla loro rassegna chiedendoci di produrre uno spettacolo musicale che avesse un legame col futurismo.
Abbiamo fatto mumble mumble a lungo ma non è uscito nulla che avesse le giuste componenti poetiche, creative e di pathos. In quel momento è nata l'idea di dare un seguito all'esperienza de "Il Fuoco". Perché? La risposta più sincera è perché ci sentiamo portati per quel tipo di lavoro e ci viene bene lavorare con le immagini. L'esperienza de "Il fuoco" aveva lasciato in noi tutti il desiderio di continuare a lavorare in quella direzione e così abbiamo fatto. A riprova di quanto dico da un paio d'anni a Modena teniamo un corso che si chiama "Soundtracks: musica da film" per conto del Centro Musica di Modena dove un team di registi, compositori, curatori e art director lavora con noi e le band al fine di scrivere musica per film.
Perché questo film? Abbiamo optato per Rapsodia dopo aver visionato tante cose da "Thaïs o Perfido incanto " a "L'uomo meccanico". Alla fine abbiamo scelto questa pellicola nonostante non centri moltissimo col futurismo (se non per alcuni rimandi tra Nino Oxilia, Boccioni e la bella protagonista Lyda Borelli). Siamo rimasti rapiti da questa nuova femme fatale (dopo Pina Menicucci, protagonista de "Il fuoco"), dalle componenti gotiche-esoteriche, dalla rilettura del mito faustiano, dall'eleganza e dallo stile. Tanta roba insomma.


Come avete lavorato a questo disco? Non è la registrazione dell’esecuzione dal vivo delle musiche del film, ma avete lavorato in studio…
Come ti dicevo abbiamo eseguito la sonorizzazione dal vivo a Morciano nel 2013 e poi successivamente registrata in studio. Nella composizione siamo partiti da alcuni miei spunti poi rielaborati tutti insieme.
Qualche episodio curioso che ricordate durante la lavorazione del disco …
Luca, il tastierista della band è particolarmente sensibile alle tematiche esoteriche.  Il giorno delle registrazioni si è presentato in studio con un sacco di amuleti.  Noi per scherzo gli abbiamo nascosto tutto e lui è diventato matto. Abbiamo sospeso le registrazioni finché non è stata resa la refurtiva.


C’è qualche altro film che vorreste musicare? Dal vivo o come questo album? Qualche regista che sentite a voi vicino… vivo  o morto.
Ci sono tantissimi film sia dell'epoca del muto, che successivi che mi sarebbe piaciuto sonorizzare. Dal muto ti cito "L'inferno" 1911 di Francesco Bertolini, Giuseppe de Liguoro, Adolfo Padovan, "C'era un uomo" di Victor Sjöström, "La passione di Giovanna d'Arco" di Theodor Dreyer ma anche cose con un respiro diverso, tipo Chaplin "Luci della città" o "La palla n.13" di Buster Keaton. Tra i registi del cinema col sonoro c'è solo la scelta. Una delle mie colonne sonore preferite è quella di "Film d'amore e d'anarchia" di Lina Wertmüller con musiche di Nino Rota, compositore che, ovviamente, adoro. Se proprio devo dirne uno, sarebbe stato bellissimo scrivere musiche per Elio Petri. Dai, volo basso...


“Rapsodia Satanica” uscirà con la label Santeria in cd e in vinile + cd, (questo in 500 copie numerate, colore rosso) … perché questa scelta?
Non avendo il problema di vendere i nostri dischi all'autogrill possiamo optare per formati più ingombranti ma particolarmente affascinanti. Stampare il disco in vinile è un "regalo" per i fan perché oltre essere un oggetto molto bello va incontro alle richieste degli ascoltatori più esigenti.


Come e dove presenterete l’album? …è prevista la proiezione del film?
Presenteremo il film nelle principali città italiane partendo da Torino, Museo del Cinema, struttura a cui siamo molto legati e grati per averci dato l'opportunità di lavorare con “Il fuoco”. Il live sarà composto da una proiezione con film e poi una seconda parte con pezzi presi dal repertorio del gruppo.


Per finire: una domanda che non vi ho fatto, un appello, un saluto, qualcosa che non abbiamo detto o qualcuno che non abbiamo ricordato, da fare assolutamente …troppe cose?
Troppissime!

cinema
colonne sonore

0 Commenti

Scrivi un commento

Devi essere registrato per potere scrivere un commento.

Hai già un account Smemoranda?

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati
Advertisement