Landfill Harmonic, l’orchestra riciclata

di Veronica Monaco

Recensioni
Landfill Harmonic, l’orchestra riciclata

Riesci a immaginare di suonare un piatto per la pizza, un batticarne o delle radiografie? Se la risposta è no, allora è tempo di conoscere la storia dell’Orchestra di strumenti riciclati di Cateura (Paraguay).

Composta dai bambini e dagli adolescenti figli dei raccoglitori della discarica di Cateura de Asunción, la più grande del Paese, l’orchestra nasce dalla mente – fatecelo dire geniale – di Favio Chávez, tecnico ambientale e musicista, che ha dato vita a un progetto davvero originale: metter su un’orchestra che trasformasse una cosa brutta, come i rifiuti, in una cosa bella, come la musica.

Allora basta prendere del pallet, pezzi di metallo e radiografie e creare un tamburo, oppure un barattolo di vernice, un piatto per la pizza, una forchetta, e sempre del pallet, per dar forma a un violino (uno vero qui può arrivare a costare quanto una casa). Per fare un violoncello – perché sì, in un’orchestra ci vogliono anche i violoncelli – basta prendere un bidone di olio, un batticarne e una macchina per fare la pasta, oltre al sempre presente legno pallet. Tutto recuperato nella spazzatura, ma che per i bambini di Cateura rappresenta un grande tesoro.

Oltre a imparare a fare musica, infatti, con questi strumenti i bambini diventano infatti per la prima volta proprietari di qualcosa. Qualcosa che non ha alcun valore monetario, ma una grande valore affettivo e formativo.

“All’inizio era molto difficile perché non avevamo un posto dove provare e ci trovavamo a insegnare ai bambini nello stesso posto in cui i loro genitori lavoravano tra i rifiuti”, ha dichiarato Chávez. “I bambini non sapevano nulla di musica ed era molto difficile anche contattare i genitori perché molti di loro non vivevano con i bambini”.

Dal 2008, anno di fondazione, l’Orchestra ha suonato in tutto il mondo, nonostante mille difficoltà, vincendo anche numerosi premi. Per supportare l’Orchestra di strumenti riciclati di Cateura è possibile effettuare una donazione che servirà a sostenere i programmi della scuola di musica e a offrire borse di studio e assicurazioni sanitarie ai giovani studenti.