I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

login

Macao

di Alessia Gemma
| News | #CaroDiario | 0 commenti

#CaroDiario, sono stata a Macao e...

0re 9:00
"Stanno sgomberando Macao, vado lì" - sms di Madda.
Io non sono di Milano, Madda sì, ci ha fatto pure il liceo a Milano e l'Università. Ma ora questo suo sms m'include, quindi vado

ore 10:00
Sono arrivata, un sacco di gente spettinata. "Madonna che fatica" penso. Che fatica quei carabinieri in divisa invernale qui davanti dalle 5. Che fatica quei ragazzi in canotta estiva qui davanti da una settimana. "Madonna che orrore 'sto palazzo, non ha neanche più lo striscione con la frase bella… ma sgomberano anche lo striscione? Allora serviva"

ore 10:30
"Ma pure tu già sveglia?" "Noooo, ma pure tu già sveglio? Gli artisti non dormono fino al pomeriggio per vivere tutta la notte?" "Sono arrivato alle 8"

ore 11:00
"Ooooohhhh che storia! Vuoi una piantina di pomodoro da dare in segno di pace alla polizia" "Mah no, non lo so fare, poi magari s'incazzano"

ore 11:10
"Ciao, posso dipingerti un segno di macao sul volto?" "No grazie, non lo so portare, non mi trucco mai"

ore 11: 15
"Ma Pisapia ancora dorme? Che qualcuno lo vada a svegliare… altrimenti col cazzo che la prossima volta mi vesto d'arancione per lui, che mi sbatte da morire"

ore 11:30
"Ale, ma anche tu qui senza lavoro? Be', oggi ci va di culo a noi precari, c'è pure il sole che vien da dire: Laaavoooooratoooooooriiiiii PRRRRRRRR"

ore 12:00
"Devo andare a lavorare cazzo, devo correggere una bozza entro domani, due ore e torno, tanto è la terza revisione a quattro soldi in nero…"

ore 13:00
Strana questa mia sensazione di ragazza-di-fuori-accolta-all'assemblea-d'istituto-di-un-liceo-gemellato. Io non sono di milano e guardo e un po' da stronza, senza far niente, cerco di assorbire tutta 'sta vita, conviviale come uno spinello che ti arriva da uno sconosciuto. Qui hanno tutti 20 anni. Dario Fo un po' di più...

ore 14:00
Sono in ufficio, ora li guardo dal computer, da facebook, perché le foto si vedono meglio… oh, c'era pure Ivan, mo' lo taggo. Ma Pisapia?... Sale lo sconforto, eppure io non sono di Milano…

ore 15:00
… Ma poi con questa brutta torre triste che ci dovranno fare questi mostri Ligresti? E se la tenessero, no? Spreco di tempo, spreco di tutto, elogio della fuga, dis-occupy di tutto è la vera rivoluzione? Che vadano tutti al diavolo, questo è un posto brutto, com'è che diceva quello?…
… "Quando non può lottare contro il vento e il mare per seguire la sua rotta, il veliero ha due possibilità: l'andatura di cappa che lo fa andare alla deriva, e la fuga davanti alla tempesta con il mare in poppa e un minimo di tela. La fuga è spesso, quando si è lontani dalla costa, il solo modo di salvare barca ed equipaggio. E in più permette di scoprire rive sconosciute che spuntano all'orizzonte delle acque tornate calme. Rive sconosciute che saranno per sempre ignorate da coloro che hanno l'illusoria fortuna di poter seguire la rotta dei carghi e delle petroliere, la rotta senza imprevisti imposta dalle compagnie di navigazione. Forse conoscete quella barca che si chiama desiderio."
Giusto! Ma non ci sta in 140 caratteri… la scriverò sulla Smemo.

ore 18:00
"OOOhhh è arrivato Pisapia, ci ha parlato… certo un discorso da sindaco, ma se lo è ricordato che lo abbiamo tirato noi per la giacchetta… e dice che ci dà il posto nuovo..."

ore 19
Io non sono di Milano, eppure che allegria…

ore 20:00
Bene bene, ora ceno, e ci mancava pure il senso di colpa per la lotta abbandonata a me che, ve l'ho detto, non sono di Milano…

ore 21:00
"Chi continua a fare resistenza non invecchia mai." Simona su Fb… hanno taggato pure il mio capo a Macao...

0re 22:00
Un mare di gente. Io non sono di Milano, eppure conosco Andrea che sta suonando, Massimo che recita, e Antonello e Nicola che mi telefona e non sento perché c'è casino, e Maddalena e Francesco e Stefano e ciao e ciao e oh anche tu qui e finalmente… e questa spontanea appartenenza e questa spontanea serenità e soddisfazione e speranza che provo ora mi danno pure un po' noia, perché dicono che siano emozioni tutte avverse alla r i v o l u z i o n e…
… e invece no, penso a mezzanotte e quell'elogio della fuga, ora che siamo fermi a fumare sul gradino con l'aifon finalmente scarico, con l'unica colpa di essere solo un po' troppo tutti vicini alla pompa di benzina, quell'elogio della fuga mi torna in mente e dice: "perseguire un obiettivo che cambia continuamente e che non è mai raggiunto è forse l'unico rimedio all'abitudine, all'indifferenza, alla sazietà. E' tipico della condizione umana ed è elogio della fuga, non per indietreggiare ma per avanzare. E' l'elogio dell'immaginazione mai attuata e mai soddisfacente".

Anche questo non ci entrava in un tweet, ma tanto lì stasera stavano tutti parlando difronte la tele di #quellochenonhanno

Per saperne di più

https://twitter.com/#!/macaotwit

macao
#pensierini
Milano

0 Commenti

Scrivi un commento

Devi essere registrato per potere scrivere un commento.

Hai già un account Smemoranda?

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati
Advertisement