I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

login

20 maggio senza muri: in marcia contro il razzismo

di La redazione
| News | 0 commenti

Sabato 20 maggio la manifestazione per i migranti

Sabato 20 maggio 2017 a Milano si terrà una manifestazione contro il razzismo e per l’accoglienza dei migranti, ispirata al corteo che si è tenuto a Barcellona lo scorso febbraio nel quale hanno sfilato più di centomila persone. 20 maggio senza muri sarà una manifestazione “festosa e popolare” che si oppone programmaticamente al clima di paura e tensione che spesso si avverte in questi anni.

 

Anche Fondazione Smemoranda aderisce all’iniziativa, insieme a centinaia di persone, associazioni, enti e organizzazioni, dal sindaco di Milano Giuseppe Sala alla Sindaca di Lampedusa Giusi Nicolini, da Cecilia Strada con Emergency a Emma Bonino, dall’ANPI a Fondazione Feltrinelli, da Save the Children Italia a Amref, Croce rossa italiana e molti altri ancora. Associazioni, ma anche donne e uomini del mondo dello spettacolo, dell’arte, dell’impegno sociale, oltre che cittadini da tutta Italia.

Il corteo milanese avrà due anime: la prima nata dall’appello lanciato dal Comune di Milano e in particolare dall’Assessorato alle Politiche Sociali, che chiede il superamento definitivo della legge Bossi-Fini. La seconda è promossa dalla neonata piattaforma “Nessuno è illegale” che chiede una presa di posizione forte in opposizione anche ai provvedimenti del ministro Minniti. 

Si parte alle 14.30 da piazza Oberdan a Milano, e il corteo sfilerà fino a Piazza del Cannone dove si concluderà con una “festa”. Sul palco si alterneranno alcuni tra i firmatari dell'appello '20maggiosenzamuri', tra testimonianze, interventi e musica, dai Tre Allegri Ragazzi Morti a Roberto Vecchioni.

L’appello, che potete leggere per intero sul sito www.20maggiosenzamuri.it, dichiara:

Milano il 20 maggio sarà attraversata da una mobilitazione festosa e popolare. Una mobilitazione carica di speranza.

La speranza di chi crede nel valore del rispetto delle differenze culturali ed etniche.

La speranza di chi ritiene che la società plurale sia un'occasione di crescita per tutti e che la logica dei muri che fomentano la paura debba essere sconfitta dalle scelte che pongono al centro la forza dell’integrazione e della convivenza. 

Quelle scelte che, a cominciare dall'Europa, sconfiggano il vento dell'intolleranza e che mettano al centro il principio dell’incontro tra i popoli e di un futuro fondato sul valore della persona senza che la nazione d'origine, la fede professata, il colore della pelle possano diventare il pretesto per alimentare nuove discriminazioni. (…)

Milano è nata dall’incontro tra storie diverse e il suo sviluppo si è fondato, nei suoi momenti migliori, proprio sulla capacità di accogliere le diversità e di alimentare la coesione sociale. 

E come Milano, in svariati luoghi del mondo, chi crede nella società aperta, e non si fa incantare dalle sirene dell’odio, scommette con più certezza sulla propria crescita e sulla capacità di generare lavoro, benessere ed opportunità.”

 

Per saperne di più

Sito: https://www.20maggiosenzamuri.it/

pagina facebook https://www.facebook.com/20maggiosenzamuri/

0 Commenti

Scrivi un commento

Devi essere registrato per potere scrivere un commento.

Hai già un account Smemoranda?

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati
Advertisement