I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

login

Orelle, Argo

di L'Alligatore
| News | Musica | Dalla palude dell'Alligatore | 0 commenti

Disco d'esordio intimo, preciso come una foto

Orelle

Argo

Black Candy Records/Audioglobe

Un disco d’esordio registrato in presa diretta, ambizioso nella forma e nei contenuti, quello di questo trio indie/pop/jazz guidato dall’incantevole voce di Elisabetta Pasquale (anche contrabbasso), con Domenico Cartago (pianoforte/tastiere) e Luca Abbattista (batteria/percussioni). Un disco intimo, preciso come una foto: senti la sua immediatezza, il suo crescere canzone dopo canzone, non necessariamente legate, se non dall’emotività dell’attimo.

In questo, il pezzo più bello è “La stanza del tè”, piano/voce essenziale nella sua intimità, canzone d’amore da cantautori senza rime baciate. Vicina ad essa la title-track “Argo”, autentico jazz indie-italico con vocalizzi da pelle d’oca, ancora il pianoforte e un testo molto personale. “Fili d’oro” ricorda una giovane Cristina Donà, per l’atmosfera carezzevole, pop arricchito dalla tromba e da una voce maschile accanto a quella di Elisabetta, “Keep Quiet” è sensuale a tratti morriconiano, mentre “Polo nord” potrebbe benissimo essere una puntuale cover degli Ustmamò.

“Argo” nel mito è sia un cane, che con pazienza aspetta il suo padrone Ulisse, sia la nave che va a cercarlo. In questo bipolarismo va cercato il senso dell’album, di una ragazza di oggi, le sue speranze, le sue paure, i ricordi e l’avventura. La copertina, con l’imbarcazione in mezzo alla tempesta dei suoi capelli, fa il resto. Adatto a chi ama le migliori nostre cantautrici.

 

Per saperne di più

www.facebook.com/orellemusica    
In palude con Orelle sul Blog dell’Alligatore

indie
pop
jazz

0 Commenti

Scrivi un commento

Devi essere registrato per potere scrivere un commento.

Hai già un account Smemoranda?

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati
Advertisement