Storia di una pallottola

di Veronica Monaco

Attualità
Storia di una pallottola

Un’esperienza sensoriale di 35 minuti. Così Emergency descrive Storia di una pallottola”, il web-doc realizzato in Afghanistan per raccontare quindici anni di orrori, tra foto, video, documenti e interviste (guardalo qui: www.storiadiunapallottola.it).

Da un’arma impugnata per uccidere fino alla testa di una bambina di sette anni, colpevole unicamente di essere nel posto sbagliato al momento sbagliato. Ecco come il tragitto assassino di una pallottola diventa il pretesto per allargare lo sguardo alla spirale della guerra, le sue dinamiche, le sue responsabilità. Perché quella bambina non sarà né la prima né l’ultima vittima civile di una guerra che dura da quindici anni.

Chi ha sparato? Chi ha comprata quella pallottola? Chi l’ha venduta? Non si poteva far niente per evitare l’ennesima tragedia? A dare voce a queste domande uno dei medici che ha cercato di salvare la piccola al Centro chirurgico per vittime di guerra di Emergency a Kabul, uno dei tanti che combattono ogni giorno a fianco dei pazienti.

Attraverso la voce narrante di Valerio Mastandrea, la docu-fiction “racconta i pensieri di chi, avendo vissuto gli ultimi quindici anni di guerra dal punto di vista del pronto soccorso e della sala operatoria, sa bene che l’unica verità della guerra è la tragedia delle vittime”.  

È possibile navigare all’interno del documentario cliccando sul video principale oppure partendo dai contenuti multimediali dei singoli capitoli che lo compongono, anche intrecciando i due livelli. Per una migliore fruizione è consigliato l’utilizzo delle cuffie. Ma attenzione, le immagini potrebbero urtare la vostra sensibilità: è la guerra, signori.