I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

login

Uno spettacolo dedicato a Jannacci e Beppe Viola

di Laura Giuntoli
| News | Arte e Spettacoli | Da vedere | 0 commenti

In scena a Milano venerdì 31 marzo allo Zelig di viale Monza

Beppe Viola e Enzo Jannacci

"E c'era un posto chiamato Milano", comincia così la storia di Giorgio Comaschi e Alessandro Pilloni. Racconta la Milano di trent'anni fa, che ormai non esiste più, quella che era, per usare le parole di Marina Viola "in parte bigotta e in parte affamata di cambiamenti, in cui il fermento era tangibile, la voglia di provare a uscire dai canoni quasi una necessità: Dario Fo, Enzo Jannacci, Cochi e Renato e Beppe Viola riuscirono a creare un linguaggio nuovo, mischiato con un milanese che faceva tenerezza e uno sguardo a chi, e ce n'erano tanti, non era nel radar del successo e invece aveva dentro una poesia e un senso di giustizia da invidiare". Una città che era capace di raccontare storie grigie con parole nuove, all'avanguardia, che facevano ridere di gusto, a volte pure piangere di gusto. Soprattutto facevano pensare. Così, attingendo dai libri di Beppe Viola come "Quelli che...", "L'Incompiuter", e da quello di Marina Viola "Mio padre è stato anche Beppe Viola", Giorgio Comaschi, attore, scrittore e giornalista, e Alessandro Pilloni, attore e autore, venerdì 31 marzo mettono in scena allo Zelig di viale Monza 140 - il posto non è un caso - la Milano che ha lasciato un segno indelebile nel linguaggio teatrale, comico e televisivo del paese intero. E, soprattutto, ha lasciato un segno nelle persone che l'hanno vissuta, direttamente o indirettamente, attraverso le parole straordinarie di Beppe Viola e Enzo Jannacci.

Giorgio Comaschi e Alessandro Pilloni, alle loro spalle un'immagine di Beppe Viola 

Per saperne di più

Infoline e prenotazioni: tel. 02.255.1774 - www.areazelig.it

Acquisti biglietti e abbonamento online su www.ticketone.it

Zelig
beppe viola
enzo jannacci
Milano

0 Commenti

Scrivi un commento

Devi essere registrato per potere scrivere un commento.

Hai già un account Smemoranda?

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati
Advertisement