I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Cookie Policy.

Accetto

oggi voglio

login

Vi presento Mister Rob Ford

di Marina Viola dall'Ammmerica
| News | Cose dall'altro mondo | 0 commenti

I motivi imbarazzanti per cui il sindaco di Toronto è sempre sui giornali nordamericani, tipo fumare il crack

A differenza di New York che più o meno tutti conoscono, di Toronto si sa poco. Si trova in Canada ed è una città grande come la metà della Grande Mela, all'avanguardia dal punto di vista culturale, artistico e politico, da sempre liberale, antirazzista, inclusiva, aperta a nuove esperienze. Ma quello che spicca sempre dalla descrizione della città è la sua pacatezza, la sua gentilezza, il suo rispetto per l'ambiente, per le piste ciclabili e il mangiare biologico e per le cose che a noi gente di sinistra piacciono tanto.

Nel 2010 la città sceglie come sindaco Rob Ford. Cioé, più che la città vera e propria, lo sceglie l'hinterland, che è abitato da conservatori stufi delle tasse alte e di tutta questa fuffa di sinistra. Il signor Ford fa una campagna fortemente populista, e il suo linguaggio semplice (molto semplice: tipo la Lega, per dire) piace molto, e, per l'orrore di tutti i liberali della city vera e propria, lo fa vincere alle elezioni.

Ecco però solo alcune delle cose fatte e dette da Ford fanno parlare di lui. Inutile dire che Jon Stewart e altri comici si sprecano in parodie e battute. A differenza di De Blasio, questo qui non ne fa una giusta. La lista, avviso, è incompleta perché gli esempi sono a questo punto infiniti. Aggiungo anche un paio di video, perché certe cose rendono bene solo così.

Ecco a voi, dunque, Mister Rob Ford:

1- Viene beccato, in un video, a fumare crack con un gruppo di spacciatori (uno dei quali nel frattempo viene ucciso da una gang nemica). Dopo aver inizialmente negato, ammette il fatto e si scusa dicendo che lo ha fatto perché era talmente ubriaco che non sapeva neanche lui cosa stava facendo
2- Viene invitato a un cocktail e una cena di beneficienza per i feriti di guerra, e, completamente ubricaco, durante il suo discorso comincia a dire cose imbarazzanti in modo incoerente, e viene cacciato.
3- Chiama la polizia perché trova un giornalista davanti a casa sua, e durante la conversazione con la poliziotta la chiama più volte 'bitch' (=stronza) e dice 'fuck' ("the F word") una quindicina di volte. Il giorno dopo si scusa dicendo che c'era a casa sua figlia e voleva proteggerla.
4- Il giorno del santissimo Natale sua suocera chiama la polizia perché lui, ubriaco fradicio, urla come un ossesso, prende le figlie e le vuole portare in macchina in Florida (che è come andare da Milano in Sudan).
5- Durante una partita di hockey, che in Canada è come il calcio, nella foga del tifo bestemmia, insulta, urla come un pazzo e gli viene chiesto di lasciare lo stadio.
6- Durante una festa del Comitato degli Affari Pubblici ebrei a Toronto, mette la mano sul culo, strizzandolo, a Sarah Thompson, ex candidata sindaco della città. Il giorno dopo la Thompson scrive su Facebook: "Tutto è andato bene alla cena con il sindaco fino a quando mi ha suggerito che avrei dovuto andare con lui in Florida la settimana scorsa, perché sua moglie non c'era", e commentando su una foto di gruppo aggiunge: "indovinate dov'era la sua mano in questa foto? Strizzare il culo di qualcuno può essere considerato violenza sessuale?" A proposito del suo rapporto con le donne, in un'intervista alla radio, dice che se le donne vogliono intraprendere una carriera in politica, possono rivolgersi a lui, basta chiamare il 233.6934 (il suo numero di casa), lui si presenta e, davanti a una tazza di caffé, spiega come si fa.
7- A un semaforo, una donna, in macchina con sua figlia di sei anni, si accosta alla vettura del sindaco, che guida mentre parla al cellulare, e gli fa il gesto del pollice in giù, che vuol dire 'not ok'. Il sindaco tira giù il finestrino e le fa il gesto col dito medio, che vuol dire 'fuck you'
8- Quando in un'intervista gli viene chiesto se è vero che ha fatto del sesso orale ('eat pussy'), e lui dice che è sposato e che con sua moglie ha già abbastanza da mangiare.

Insomma, devo dire con una certa soddisfazione che noi avremo anche la Cancellieri che chiama per liberare la signorina Ligresti, ma almeno (finora) nessuno ha fumato il crack. Italia-Canada: 1-0.

Ed ecco i video promessi: nel primo lancia una palla da football per inaugurare la partita, nel secondo va a sbattere contro una telecamera e bestemmia:

Rob Ford
Toronto
Canada
Usa
america
crack

0 Commenti

Scrivi un commento

Devi essere registrato per potere scrivere un commento.

Hai già un account Smemoranda?

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati
Advertisement