#14N un sacco di PIGS in piazza!

di Laura Giuntoli

Storie di Smemo
#14N un sacco di PIGS in piazza!

 Il 14N è stato un gran giorno per l’Europa: il primo sciopero europeo contro l’austerità e i tagli si è rivelato un successone. È finita l’era del welfare, c’hanno detto. Traduzione: niente più stato fondato sul principio di uguaglianza sostanziale tra tutti i cittadini che ha come scopo ridurre le disuguaglianze sociali. Che manca da un pezzo in alcuni paesi della UE con situazioni finanziarie non… ehm… virtuose. I giornalisti economici li chiamano PIGS, acronimo che riunisce in un’unica parola Portogallo, Italia, Grecia e Spagna. I poracci dell’Europa, insomma, quelli più tartassati dalla crisi. E i più incazzati di tutti, dando un’occhiata ai tg e alle foto che giravano sul web durante lo sciopero.

 “L’hashtag per seguire le mobilitazioni è ‪#14Nit o ‪#14N. Quello per viverle è la piazza.” @IvanGrozny3

Il resto dell’UE non è stata a guardare: Germania, Austria, Svizzera, Olanda, Lussemburgo, Regno Unito, Cipro, Polonia, Slovenia, Romania, Repubblica Ceca… in tutto 23 paesi, 40 sindacati e 25 milioni (!!!!) di cittadini europei hanno simpatizzato per la protesta. Un botto di gente. C’eravamo pure noi, nelle piazze e nelle strade di Milano, insieme a studenti, insegnanti, lavoratori e precari, appostati sulla mitica camionetta ribelle di UDS (Unione degli studenti) per immortalare i giovani in rivolta. Daje!

“Siate il granellino di sabbia che fa inceppare il meccanismo! #14N” Claudia Vago @tigella

Ma in rivolta per cosa, di preciso? Lo abbiamo chiesto a uno studente del Liceo Leonardo da Vinci di Milano, che ci ha fatto il quadro della situazione: “Oggi le motivazioni per andare a protestare in piazza erano davvero tante.
 C’era in ballo la questione di quel finanziamento di 500 milioni di euro alle scuole non-statali, reso ancora più ingiusto considerando il fatto che dopo l’ultimo esecutivo, i tagli per la scuola pubblica ammontavano a 3 MILIARDI di euro. 
Poi c’era la solita storia del ddl Aprea che non smette di minacciare la pubblica istruzione dal 2008, ora modificato con la geniale idea di smantellare il Consiglio d’Istituto, a favore del nuovo e bellissimo Consiglio dell’Autonomia Scolastica, che oltre a togliere quegli esigui poteri che avevano i rappresentanti degli studenti, permette a privati di finanziare la scuola, ovviamente senza ricavarne nulla! (per chi non l’avesse capito, sono ironico).
 Il nostro scopo (o almeno il mio), era quello di rendere evidente l’irragionevolezza di queste proposte. Infatti è moralmente sbagliato consegnare la scuola PUBBLICA ai PRIVATI, e finanziare le scuole PRIVATE con soldi PUBBLICI.”

Beh, non fa una piega. Pure noi dalla camionetta ribelle ci siamo fatti un’idea. Ad esempio che gli studenti sono creativi anche quando s’arrabbiano, e trovano sempre il modo di difendere l’allegria per organizzare la rabbia, che infatti è uno dei loro slogan. Ecco a voi le armi della protesta:

1) Le mascherine PIGS a presa di culo. 

2) Lo squalo della finanza, di pezza che fa un po’ meno paura.. brrrrrr!

3) Lo striscione L O T – T A – D U – R A – C O N – L A – V E R D U R A. Siempre! Che la verdura fa bene.

4) Sguinsagliare la Prof moderna con lo smartphone, insospettabile ma incazzatissima.

5) ♫ ♬ ♪ ♩ ♭ ♪♬♪♩♭♪ La musica a pallaaaaa!!! ♪ ♩ ♭ ♪♬♪♩♭♪ 

6) Limonare duro per disorientare il nemico.

7) Essere molto Choosy. Tié!

8) Il sit-in con assemblea pubblica a Porta Genova sui tagli alla scuola, alla faccia di chi dice che parlare di soldi fa cafone…

… anzi, visto che siamo in buona compagnia, passami la birra che c’ho la gola secca.

9) I BOOK-BLOCK, scudi-libro di cartone e/o polistirolo, perché “Leggo per legittima difesa”, come dice Woody Allen. Senza dubbio l’arma migliore: c’è qualcosa di più doloroso che vedere la Divina Commedia, L’Ulisse di Joyce o peggio ancora la Costituzione Italiana in formato gigante prese a manganellate? Ok, per L’Ulisse di Joyce in effetti…

 

10) Continuare manifestarsi: il prossimo appuntamento è per il 17N GIORNATA MONDIALE DELLO STUDENTE. Tutte le info qui

E ricordatevi sempre, ovunque voi siate M A N I F E S T A T E V I !!!