Alex Zanardi, siamo tutti con te

di Giovanna Donini

News
Alex Zanardi, siamo tutti con te

Il campione paralimpico è reduce da un intervento durato tre ore per ridurre le molteplici fratture alla testa dopo lo scontro con un camion mentre viaggiava sulla handbike. È ricoverato in terapia intensiva.

Ci sono persone che ami e ammiri perché sono belle, autentiche, piene di luce e piene di forza.
Alex Zanardi è una di queste.
Alex, quando ha perso le gambe, ci ha insegnato a non perdersi nel buio, a cercare la luce, a non lamentarsi che tanto non serve a niente e che la vita bisogna guardarla con occhi sorridenti, cazzuti, ironici, vivi.
“Quando mi sono risvegliato senza gambe ho guardato la metà che era rimasta, non la metà che era andata persa” ha detto più volte.
Alex ci ha insegnato che si può nascere e rinascere più volte e ci ha insegnato il coraggio e la determinazione, a stravincere e “stravivere” e per dirla alla Vasco a “sorridere dei guai”. “Sono così emozionato che mi tremano le gambe” ha detto più volte prima di un’intervista.
Alex ci ha insegnato che “arrendersi” non è permesso a chi splende. Nonostante tutto.
Continua ad insegnarci la vita, Alex.
Siamo tutti con te.