Altro che Milano, la nuova capitale del lusso è questa: qui si trascorrono le vacanze più glamour del mondo

Avete sempre pensato che Milano fosse la capitale del lusso? Questa nuova meta è davvero un tuffo nello sfarzo e nel futuro.

Siamo abituati ad associare la parola Milano al concetto di glamour e di lusso sfrenato. Una città che è cuore pulsante dell’economia italiana e rinomata a livello globale per il suo stile inconfondibile. La città, negli anni, ha saputo fondere tradizione e innovazione, distinguendosi come il punto di riferimento per la moda, il design e l’arte, attirando ogni anno milioni di visitatori e investitori da tutto il mondo. Mantiene ancora oggi il suo fascino. Ma, già da un po’, sta avanzando un’altra meta dove lo sfarzo non conosce limiti.

Non è più Milano l'unica capitale del lusso
Milano, dove la moda è di casa – (smemoranda.it)

La Milano Fashion Week, evento di punta per l’industria, richiama l’attenzione di designer, celebrità e media internazionali. Case di moda iconiche come Gucci, Prada, Versace e Armani hanno scelto Milano come loro quartier generale, contribuendo a consolidare la reputazione della città come epicentro dell’eleganza e del lusso.

Le boutique del Quadrilatero della Moda, tra Via Montenapoleone, Via della Spiga, Corso Venezia e Via Manzoni, offrono un’esperienza d’acquisto unica. Qui, le vetrine delle marche più prestigiose espongono creazioni sartoriali esclusive, accessibili solo a una ristretta élite. Questa zona non è solo un paradiso per gli amanti dello shopping di lusso, ma anche un’attrazione turistica di per sé, con la sua atmosfera raffinata e le sue architetture eleganti.

Insomma, Milano, per vari decenni, ha fatto scuola con un mix unico di tradizione, eleganza e innovazione. Ma oggi, una nuova città sta avanzando come meta irresistibile per chiunque desideri immergersi nel mondo del lusso.

La nuova capitale del lusso

Parliamo di Singapore, crocevia fondamentale per le merci in viaggio dalla Cina all’Europa e per gli idrocarburi diretti dal Golfo Persico alla Cina. Gli analisti indicano in Singapore il centro che regola, in un certo senso, il metabolismo dell’economia mondiale. Una sorta di ponte, ma anche di torre di guardia.

nuova capitale del lusso
Singapore, un viaggio nel futuro – (smemoranda.it)

Con un Paese ricco di storia come il nostro, siamo abituati a pensare che il turismo sia incuriosito dalle macerie di un passato glorioso. A Singapore accade l’esatto opposto. Chi la sceglie come meta (e non tutti possono permettersela, anzi) osserva il futuro, prova ad anticipare il corso della storia con gli occhi e con la mente.

Sì, a Singapore si può (intra)vedere come sarà il mondo tra cinquant’anni. E non solo sotto il profilo architettonico, con questa metropoli che sembra fuoriuscire dalle acque del mare. Ma anche per ciò che concerne l’organizzazione della vita degli esseri umani, con una grande commistione interreligiosa e interetnica.

Urbanisti e policymaker occidentali la scelgono sempre più spesso, quasi come esperienza onirica. Anche chi non ha progetti futuri da sviluppare, ma è semplicemente curioso del mondo, può trovare in Singapore una fonte di contemplazione, con tutti i suoi pregi e difetti. Grazie alla capillare rete di collegamenti aerei della sua compagnia di bandiera, Singapore è diventata una meta ideale per una sosta di 72 ore, perfetta per chi viaggia in Asia o Oceania e desidera spezzare il lungo viaggio. Qui, anche con poche ore di permanenza, si potrà vedere cosa accadrà nel futuro.

Gestione cookie