Amarcort, il festival dei corti

di Michele R. Serra

Recensioni
Amarcort, il festival dei corti

L’Associazione culturale SmArt Academy, con il patrocinio del Comune di Rimini, della Provincia di Rimini, dell’Assessorato alla Cultura di Rimini e della Fondazione Fellini, indice la prima edizione di Amarcort Film Festival che si terrà l’11 e 12 Luglio 2008 a Rimini.

Dunque, tutti al mare, e tutti al cinema! Perché il paese natale di Federico Fellini ospiterà le proiezioni e le premiazioni del concorso. Com’è facile intuire, qualcuno di questi registi potrebbe diventare famoso, quindi sono tutti da tenere d’occhio.

Ecco la lista dei finalisti, per ispirarvi:

Categoria Amarcort

  • Eramos pocos – Borja Cobeaga (Spagna)
  • Il lavoro – Lorenzo De Nicola (Italia)
  • Monochrome – Francesca Staasch (Italia)
  • No Smoking Company – Edo Tagliavini (Italia)
  • Porque hay cosas que nunca se olvidan – Lucas Figueroa (Argentina – Spagna)
  • Salomè – Filippo Soldi (Italia)
  • Sotto il mio giardino – Andrea Lodovichetti (Italia)
  • Tutto brilla – Massimo Cappelli (Italia)
  • Tutto vero! – Beppe Manzi e Matteo Bini (Italia)
  • Una passione non trascurabile – Antonio Vladimir Marino (Italia)
  • Univers paralits – Tommaso Volpi (Francia)
  • Vadata – Manuel Lebelt (Germania)

Categoria Gradisca

  • … mamma! – Antonella Questa (Italia)
  • Dead fish – Antonella Villa (Italia)
  • È la fine – Vittorio Bianchini (Italia)
  • Fujiko – Luca Maragno (Italia)
  • La lettre – Carlo Ghioni (Italia – Canada)
  • Lo faremo – Luca Nervegna
  • P314 – Corrado Ravazzini – Italia
  • Papà fattene una ragione! – Alessandro Giglio (Italia)
  • Pattaya è il paradiso – Paky Perna (Italia)
  • Solo – Matteo Medri (Italia)
  • The puzzle – Davide Melini (Italia)
  • Things that go bump in the night – Thomas Pors (Danimarca)
  • Unforgettable – Hermes Mangialardo (Italia)
  • Wolfango Amedeo – Bruno Bozzetto (Italia)

Il programma, in ogni caso, lo trovate qui.