Antonio Ornano

di La Redazione

Extra Smemo
Antonio Ornano

«Io e mia moglie ci siamo conosciuti in Sardegna, ad una festa in spiaggia. Sono tornato quest’anno dopo vent’anni sulla stessa spiaggia, ma invece che alle quattro di pomeriggio ancora sballato di mojito come da giovani, questa volta alle cinque di mattina eravamo già al mare: con tua moglie, tua suocera e tuo figlio. E dove una volta tua moglie limonata infoiata, questa volta con la violenza del semplice gesto ti intima l’abominio: PIANTARE L’OMBRELLONE ALLE CINQUE DEL MATTINO».

Molti non lo sanno ma, prima di diventare un comico, Antonio ha recitato una parte anche per la soap opera Beautiful. Solo dopo questa esperienza l’attore ha deciso di frequentare i laboratori genovesi di Zelig.

In un’intervista a La Stampa, Ornano afferma: «È sempre qualcosa di personale a offrirmi lo spunto da cui partire per affrontare i diversi argomenti. Nello spettacolo parlo del razzismo partendo dall’esperienza di adozione di mia figlia, una bimba dell’Etiopia. Affronto anche il tema della bugia, che ci caratterizza fin da quando siamo bambini».