CALIBRO 77 il nuovo disco dei Gang

di L'Alligatore

Recensioni
CALIBRO 77 il nuovo disco dei Gang

CALIBRO 77 è il nuovo disco dei Gang, la mitica rock band dei fratelli Severini, che ancora una volta, dopo il recente Sangue e Cenere, si affida al crowdfunding. 

CALIBRO 77 è un disco di pezzi editi reinterpretati dai Gang alla loro maniera. Pezzi legati dal filo rosso di essere canzoni degli anni ’70, di band o cantautori forti di quella stagione irripetibile.

CALIBRO 77 aspetta di essere comprato da tutti gli appassionati di rock italico. I Gang hanno creato una piattaforma apposita e una serie di “regali”, oltre al disco, per chi vorrà finanziarlo concretamente. A seconda della cifra versata, si avranno in cambio cd, e-book, magliette, pins, i Gang dal vivo…

CALIBRO 77 è un’occasione d’oro per finanziare concretamente un album della band più radicale d’Italia (il proprio nome sarà scritto nel libretto del disco stesso).

Ne parliamo con Marino Severini, storica voce dei Gang, da sempre pronto a nuove scommesse tra rock, politica autentica, cultura d’alternativa. CALIBRO 77 è una di queste.

 

Cosa c’è dentro Calibro 77?

Ci sono 11 canzoni che in qualche modo rappresentano una bella stagione della canzone italiana, quella degli anni ‘70. Sono canzoni che cantavamo e suonavamo sia io che Sandro quando avevamo più o meno vent’anni. Con questo pugno di canzoni vorrei raccontare quegli anni, il “mio 77” e rivisitandole a distanza di tanto tempo vorrei ricordare che allora nella canzone italiana riuscirono a convogliare molti linguaggi, immaginari, stili molto diversi fra loro. Eppure tutti riuscivano a convivere e creare quindi un Altro Umanesimo, quella cultura che è fatta di tante culture diverse. Era il cosiddetto Movimento!
Tutto questo accadeva nell’universo proletario giovanile di allora, la canzone era forse lo strumento privilegiato con cui far esplodere la propria creatività … così facendo quella generazione lasciava una traccia profonda del suo passaggio nella storia di questo Paese. Gli autori che ho scelto sono De Gregori, Guccini, De Andre’, Lolli, Bennato, Finardi, Gianco, Manfredi, Pietrangeli, Ivan Della Mea, Gaber. Per restare nei territori dei Gang direi che sono canzoni che hanno contribuito alla nostra “educazione” sia musicale che “sentimentale”, direbbe Flaubert.

Come mai questo disco? Calibro 77…

Credo di aver già risposto a questa domanda … posso aggiungere che era in cantiere da tanti anni, addirittura Marco Denti ne parla nel nostro libro Banditi Senza Tempo. Ad essere sincero non potevamo fare subito un altro disco di inediti, le canzoni di Sangue e Cenere hanno bisogno di più tempo prima che ne arrivino altre e nuove, quindi ho pensato che fosse questo il momento buono, approfittando soprattutto della relazione ottima con un produttore come Jono Manson, lo stesso di Sangue e Cenere.

Come mai ancora il crowdfouding?

Col crowdfounding noi abbiamo appena iniziato! Questo è uno strumento ancora tutto da “inventare” e da costruire a nostra immagine e somiglianza. Progetto dopo progetto penso che non faremo altro che perfezionarlo. Soprattutto dopo l’esperienza passata, dopo aver ottenuto un risultato eccezionale che non era mai stato raggiunto in Italia. A parte le risorse che sono indispensabili per realizzare il disco in perfetta autonomia, a me interessa dare sempre di più a questo strumento un carattere “politico”. Del resto quale è l’essenza della politica? Creare comunità, darle forza e vigore attraverso degli obiettivi e realizzarli e infine creare economie. Tutto ciò lo abbiamo realizzato e di volta in volta cercheremo di stabilire attraverso di esso un rapporto più stretto, basato sulla fiducia reciproca, fra noi e la nostra “Comunità”… e tutto ciò avviene senza alcun ausilio di strumenti come radio, stampa o i potenti mezzi promozionali. Anzi in questa seconda puntata stiamo sperimentando una Nostra piattaforma e non abbiamo stabilito alcuna cifra; con quello che sarà versato nella cassa comune alla fine della campagna noi realizzeremo CALIBRO 77. Credo che questa nostro modo di fare e anche questa nostra piattaforma possa essere utile in futuro ad altri artisti che vorranno seguire questa strada e fare questo cammino.

Chi c’è dietro la piattaforma che avete creato?

A creare la piattaforma è stato Luca Guerri che è il nostro grafico da una vita, a condurre tutta la campagna è Roberto Carlini, poi abbiamo amici sparsi sul territorio che organizzano raccolte ci aiutano ai banchetti nei nostri concerti come Giovanni Iaciofano, altri che lo fanno saltuariamente, insomma c’è una mobilitazione attorno a questa raccolta che sta producendo degli ottimi risultati e abbiamo ancora un mese di tempo prima della fine della campagna …

E ti confesso che io resto sempre stupito e meravigliato di fronte a tutto questo.

Come procede questa campagna di azionariato popolare? C’è un limite temporale o di soldi per Calibro 77?

La campagna procede come ti dicevo, MAGNIFICAMENTE! … ma abbiamo un altro mese prima di chiudere i battenti. Più risorse avremo a disposizione più faremo meglio! Per meglio intendo più musicisti, più lavoro in studio, più cura per copertina e stampa più economie e più creatività. Il limite temporale è la fine di agosto, per il “vil denaro” non c’è un limite. Per noi sinceramente avere a disposizione qualche altro migliaio di euro sarebbe perfetto, su questo confido molto sulla corsa finale dei ritardatari. Noi intanto siamo tutti belli entusiasti per come procedono i lavori del disco e questo stato d’animo aiuta non poco circa il risultato finale. Ancora “questa” volta sono estremamente grato a tutti i co-produttori .
GGGGGRRRAAAZZZIIIEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Altro da dichiarare?
Sono Innocente! “Gesù è morto per i peccati di qualcun altro, non per i miei” cantava Patty Smith.