Capodanno cinese: inizia l’anno del Maiale

di Giulia Broglia

Attualità - News
Capodanno cinese: inizia l’anno del Maiale

Una delle leggende alla base dell’oroscopo cinese racconta che Buddha, sentendo che la fine della Terra era vicina, decise di chiamare tutti gli animali. Solo 12 risposero all’appello, topo, bue, tigre, coniglio, drago, serpente, cavallo, capra, scimmia, gallo, cane e maiale. Il topo, il più furbo, arrivò primo perché si fece trasportare sulla schiena del bue, risparmiandosi il viaggio, salvo poi saltar giù all’ultimo e correre da Buddha. Pare anche che, nonostante glielo avesse promesso, non avvertì il gatto dell’appuntamento, che infatti non si presentò e perse l’occasione della vita (da allora forse i rapporti tra i due sono compromessi).

Il maiale arrivò ultimo, e infatti è il dodicesimo animale del calendario cinese, perché un po’ pigro e forse appesantito. Prima del 2019 sono stati l’anno del maiale il 2007, il 1995, il 1983, il 1971 (e molti altri ancora). Il prossimo sarà nel 2031.

Oroscopo cinese: com’è essere un Maiale

Nonostante la pigrizia se sei dell’anno del maiale hai un sacco di altre qualità. Innanzitutto, il Maiale significa prosperità e solidità economica. I Maiali sono responsabili, diligenti, generosi e affidabili. Insomma, degli ottimi compagni di strada e buoni amici. In più, pare che in amore siano piuttosto sensuali.

Cosa aspettarsi dall’anno del Maiale

Il Maiale significa abbondanza e ricchezza, anche perché è alla base della tradizionale economia agricola cinese. Ma è anche simbolo di solidarietà e condivisione, quindi forse quest’anno saremo tutti un po’ più ricchi ma molto meno avari.