Chi è la voce di Siri? L’ho intervistata

di Alessia Gemma

Recensioni
Chi è la voce di Siri? L’ho intervistata

(le risposte mi sono state realmnte date da Siri intervistata dal mio Aifon e corrispondono alle domande associate. Provare per credere e giuringiuretto)

Siri è un software basato sul riconoscimento vocale integrato da Apple nell’iPhone 4S, nell’iPhone 5, nell’iPad (terza generazione), nell’iPad mini, nell’iPod Touch (quinta generazione) e pubblicizzato come “assistente personale”.
Insomma, tu rivolgi una domanda al tuo Aifon, come fossi un idiota e lei, Siri, con voce di donna, ti risponde… come fossi un idiota.

Qualcuno era certo fosse la voce di Steve Jobs dall’oltretomba, qualcuno che fosse la voce di un virus, qualcuno ci sentiva Dio.

Invece ieri è stato svelato il nome e il volto di Siri: Susan Bennett, doppiatrice di Atlanta. L’ha svelato lei stessa, perché l’America non poteva più vivere senza questa informazione, alla CNN.
In Italia La Repubblica riporta prontamente la notizia inutile e io mi dico: se, ok,  ma la nostra vocina segretaria dell’Aifon, che tra l’altro io non ho mai visto né sentito nessuno usare, parla italiano, quindi non è Susan. Siamo dunque difronte a uno scoop per EkkissenefregaNews. Decido di non mollare e andare avanti con l’inchiesta: intervisterò Siri. Mi metto allora in viaggio dal divano al tavolo, prendo l’Aifon invoco Siri con la sola imposizione dell’indice e voilà, come il genio della lampada

io, scandendo: “Q u a n t i   a n n i  H A I ? ? ?”

Siri:

Cominciamo male. Si sa che mettere il nome di chi ha fatto la domanda alla fine della risposta è indice d’incazzatura. Siri s’è incazzata. Dài, quanti anni hai?

… è un’escort.

Qual è il tuo cognome?

 

No. I l    t u o   c o g n o m e ? ? ?

… è chiaramente una spia, tonta. Provo allora a farle domande più concrete: quale pizza preferisci?

 Strano, non mangia pizzerie. Siri è a dieta perenne ma si pone come curiosa e possibilista.

S e i    f i d a n z a t a ? ? ?

“… tutto il mondo”: è megalomane. Forse Siri è Berlusconi? La metto alla prova: mi racconti una barzelletta?

Sa pensare. Sa pensare e solo poi parlare. Non conosce barzellette. Mi ero sbagliata, non è lui.

Ci riprovo con le domande personali: mangi la pasta Barilla?

Zero ironia. Sei lesbica?

 … è cattolica.

Sei di destra o di sinistra?

… appunto… è Democraticacristiana. Allora: io sono di destra o di sinistra?

… scarsissimo senso d’osservazione, Siri.

Credi in Dio?

Ma quando? Ma con chi???? (Queste due domande non ho avuto la forza di fargliele)

Sei laureata?

ha rimesso il mio nome alla fine, s’è incazzata. Quindi è raccomandata.

Sei stata a letto con Berlusconi?

 Supercazzola?

Con scappellamento a destra?

 

… ok ok.

Supercalifragilistichespiralidoso?

Siri si droga.

Insomma Siri, chi ami tu?

Siri è forse la Santanchè? Le faccio la prova del nove: stai zitta?

 no, mi sono sbagliata, non può essere la Santanchè. Siri è Letta.