Cinema in cascina a Milano

di Michele R. Serra

Recensioni
Cinema in cascina a Milano

Una cascina nel centro di Milano? Sembra uno scherzo, ma esiste davvero: si trova all’incrocio tra il vicolo Cuccagna e via Muratori, a due passi da Porta Romana e Piazzale Lodi.

Cascina Cuccagna è un luogo suggestivo, che un gruppetto di amanti della settima arte sta facendo rivivere grazie all’iniziativa “Cinema in cascina”: ogni due settimane, il lunedì sera alle 21:15, verranno proiettati classici del cinema italiano.
Una volta al mese, nel corso di questi appuntamenti verrà dato spazio a registi indipendenti, che hanno realizzato pellicole di valore con pochi mezzi. Ad aprile, in cartellone la proiezione di L’amore che cos’è di Johnny Dell’orto, una storia d’amore ambientata nella Milano multietnica dei nostri giorni.
Ecco il programma completo per il mese prossimo:

Lunedì 17 marzo
Signore e Signori
regia di Pietro Germi
con Gastone Moschin, Alberto Lionello, Virna Lisi, Nora Ricci,
Olga Villi, Franco Fabrizi. Commedia, 118 minuti. 1965
Grandioso film corale sull’Italia provinciale e bigotta degli anni
Sessanta. Sarcasmo, ironia, sbeffeggiamento delle Istituzioni di allora,
amarezza si intrecciano in un ingranaggio perfetto che al contempo
muove al riso e alla riflessione.
Palma d’oro a Cannes 1966

Lunedì 31 marzo
C’eravamo tanto amati
regia di Ettore Scola
con Nino Manfredi, Vittorio Gassman, Stefania Sandrelli,
Stefano Satta Flores, Giovanna Ralli, Aldo Fabrizi, Federico
Fellini, Marcello Mastroianni. Commedia, 121 minuti. 1974
Dalle lotte partigiane fino agli anni ‘70 un commovente e toccante
nonché riflessivo, più che amaro, ritratto di tre amici e dell’Italia che
cambia. Dai sogni e le speranze per finire agli ideali traditi.
Premio César per il miglior film straniero 1977

CINEMA INDIPENDENTE: INCONTRO CON GLI AUTORI
Lunedì 7 aprile
L’amore che cos’è
regia di Johnny Dell’Orto
con Iresha Totaro, Indra Totaro, Alberto Torquati, Riccardo
Mesturini, William Angioli. Commedia, 66 minuti. 2007
In una Milano multietnica ed attuale, Maja, una studentessa
di origine sri-lankese, scrive una lunga lettera in cui parla dell’amore
ad una persona che rimarrà sconosciuta fino alla fine del film.

Lunedì 21 aprile
Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto
regia di Elio Petri
con Gian Maria Volonté, Florinda Bolkan, Orazio Orlando,
Gianni Santuccio, Salvo Randone. Poliziesco, 103 minuti. 1970
Il capo della Squadra Omicidi di Roma ammazza l’invereconda amante
e semina volutamente tracce e indizi per dimostrare che, come garante
della Legge e rappresentante del Potere, è al di sopra di ogni sospetto.
Grand Prix Speciale della Giuria, Cannes 1970.
Miglior film in lingua straniera, Oscar 1971.