“Cinque allegri ragazzi morti”

di Laura Giuntoli

Recensioni
“Cinque allegri ragazzi morti”

Torna in scena dal 19 al 21 Febbraio 2016 alla Lavanderia a Vapore di Collegno (Torino) il musical lo-fi ispirato al graphic novel di Davide Toffolo “Cinque allegri ragazzi morti” con la regia di Eleonora Pippo. Le avventure di amore e morte dei cinque liceali trasformati in zombie sulle note dei TARM questa volta avranno un linguaggio interamente musicale, costruito su un testo fedelissimo all’originale. Una messa in scena tridimensionale che coinvolge lo spettatore senza fronzoli e fa l’effetto di un libro pop-up: «Riparto con un cast di supergiovani (ventenni e poco più)- racconta Eleonora Pippo – sottraggo sempre più la parola e utilizzo la musica quasi al cento per cento dello spettacolo, confermando la scelta di un allestimento totalmente privo di estetismi. Non mi serve nessuna luce, nessun cambio scena, voglio solo la prossimità, la vicinanza. Perché il corpo dello spettacolo è la relazione con l’Altro, quello che c’è in una stanza luminosa piena esclusivamente di persone e storie.»

CARMMLOFI (Cinque Allegri Ragazzi Morti Musical Lo-fi) nasce nel 1994 quando a 17 anni Eleonora assiste al suo primo concerto dei Tre Allegri Ragazzi Morti nella palestra della sua scuola a Pordenone: «Le storie della mia vita hanno finalmente una colonna sonora e trovo in quelle canzoni delle parole adatte ad esprimere i sentimenti che provo. A vent’anni di distanza ho fatto la stessa cosa, ho cercato dei vocaboli che esprimessero al meglio il mio sentire ed è nato il musical lo-fi: un po’ di danza, poche parole, tanta musica. Musica che per me è il vocabolo che rende tutto possibile: sollecita le corde più emotive dell’anima e sospende l’aspetto razionale. Non c’è bisogno di comprendere precisamente ciò che accade, basta ascoltare e sentire. »

Per lettori di smemoranda.it c’è il biglietto ridotto a 15 euro scrivendo una mail a info@369gradi.it.