Dad: andate a scuola in pigiama?!

di Irma Ciccarelli

Scuola
Dad: andate a scuola in pigiama?!

A causa di questo periodo di emergenza, molti studenti si ritrovano nuovamente ad affrontare la didattica a distanza, quindi seguire le lezioni da casa.

Per alcuni, l’idea di non doversi svegliare prima la mattina per prepararsi, prendere i mezzi e andare a scuola è sinonimo di pigiama all the day!

Eh no, cari ragazzi, non funziona così e guai a perdere la propria routine! Non bisogna permetterlo! Quindi, toglietevi l’ennesima tutona notturna che vi ha regalato la super nonna per non farvi sentire freddo e vestitevi per la lezione di storia!

Torniamo ad un tono serio e cerchiamo di prendere i lati positivi della dad e non perdere le meravigliose abitudini delle giornate a scuola. La didattica a distanze è come essere in classe, in modo decisamente diverso, ma per ora è così. Quindi, ecco un ripasso di come comportarsi in dad!

Come comportarsi in dad: 5 regole

Svegliarsi al solito orario (più o meno)

Mai come in questo periodo, cercare di mantenere la propria routine è fondamentale. Quindi, anche se state seguendo le lezioni da casa, è buona cosa svegliarsi alla stessa ora, o quasi, di sempre, per fare colazione, prepararsi e iniziare la giornata di studio! Magari, quel tempo in più potrete sfruttarlo per fare due chiacchiere con i vostri amici proprio come se foste fuori dalla classe! Ah, ovviamente, puntuali!

Abbigliamento adeguato!

Non siete in vacanza! Quindi, vestitevi come se doveste presentarvi a scuola e…completamente! Cos’è questa storia di farvi tutti fighette/i e poi avere il pigiamone, per essere ottimista, al posto dei pantaloni o della gonna? Al massimo, vabbè, lasciatevi le ciabatte con sopra il faccione di Homer! Scherzi a parte, sembrerà stupido, ma vestirsi come se si dovesse uscire e andare a scuola aiuta ad entrare nel mood giusto.

Webcam on e microfono off

Oh, ecco che siete tutti belli e pronti per iniziare a seguire: cliccate sul link e via! Si parte! Ma… perché non accendete la webcam? A scuola andate con un sacchetto in testa? No! Quindi, perché ora dovrebbe essere diverso? Non abbiate paura del doppio mento, basterà posizionare bene la webcam! Su, forza! Altra cosa: occhi sullo schermo! Non ci sarà il compagno di classe a farvi tornare sul pianeta terra con la “delicatissima” gomitata! Ricordatevi, invece, di spegnere il microfono una volta che la lezione sta per iniziare. Questo è molto importante, specialmente se dovete condividere il vostro ambiente studio con qualche familiare.

Chat: con criterio!

Tutti abbiamo quella chat di gruppo che silenziamo per 1 anno perché arrivano 15934823 inutili messaggi. Ecco, a lezione è la stessa cosa. Durante la spiegazione, probabilmente vi verrà in mente qualche domanda da fare all’insegnate e, a seconda dell’organizzazione e modalità concordata, potreste segnarvele e solo alla fine inviarla nella chat, così da non disturbare la lezione con quel beeeeep. Magari, la risposta arriva andando avanti con la spiegazione!

Via tutte le distrazioni!

Proprio come in classe, eliminate tutte le distrazioni. Non è facile quando si è nella propria casa, il luogo dove solitamente si guarda la tv, si ascolta la musica, insomma, dove ci si rilassa e distrae. Purtroppo, non è uno dei momenti migliori e il rendimento, la concentrazione, potrebbero sicuramente risentirne. Quando si seguono le lezioni, però, si deve lasciare fuori tutto, almeno per quelle poche ore e dedicarsi ad uno dei diritti più importanti che abbiamo: quello allo studio.