Davide Toffolo racconta la cumbia

di Michele R. Serra

Le Smemo Interviste - News
Davide Toffolo racconta la cumbia

Il cammino della Cumbia è il titolo dell’ultimo libro a fumetti di Davide Toffolo, bandleader (si dice così?) dei Tre Allegri Ragazzi Morti,che da un po’ di anni fa musica e fumetti senza soluzione di continuità. Il bello è che gli riescono bene tutte e due le cose. Cumbia racconta la storia di un musicista (indovinate un po’? Il musicista in questione è Davide Toffolo), che rimane completamente folgorato da questo genere musicale. Tanto che vuole saperne di più, e sa che per conoscere davvero le cose, beh, internet non basta (anche se ci piace pensare il contrario). Quindi prende e parte per il sudamerica, che è il luogo da cui proviene la cumbia, e va alla ricerca dei musicisti che hanno fatto e che stanno facendo la storia della cumbia, soprattutto del meraviglioso King Coya, che è il padre della cumbia elettronica.

Abbiamo incontrato Davide, che ci ha raccontato il suo viaggio, il suo libro e la sua passione per la cumbia. In qualche parola, qualche tavola a fumetti e tre consigli musicali.

“È un documentario, di ricostruzione della storia di una musica migrante che è nata in Colombia, sulle rive del fiume Magdalena, verso i Caraibi. È diventata la musica più ascoltata da quelle parti, ma il fatto interessante è che poi la cumbia si è spostata, ha contagiato il resto del sudamerica, soprattutto l’Argentina.
Io ho fatto un viaggio a ritroso, proprio partendo dall’Argentina, sulle tracce di questa musica e delle persone che l’hanno fatta o la fanno. Proprio per questo è un libro diverso da tutti gli altri che ho scritto e disegnato prima: qui ho incontrato fisicamente un centinaio di persone per metterlo insieme, e volevo che tutti questi incontri fossero concreti e realistici, così come li ho vissuti io.”

“Il libro si apre con una cartina geografica con appiccicate sopra le fotografie degli artisti che vivono e lavorano nelle terre in cui sono stato. Diciamo che quell’immagine rappresenta il viaggio così come me lo ero immaginato, poi naturalmente le cose sono andate diversamente: alcuni musicisti non sono proprio riuscito a incontrarli, in compenso se ne sono aggiunti molti altri. Sono stato a casa dei Los Mirlos, che è come dire i Beatles per la cumbia! In Argentina ho conosciuto i produttori di cumbia elettronica, che poi è quella che mi ha fatto innamorare del genere, ma ho riscoperto anche la cumbia villera… in Colombia ho incontrato un sacco di artisti della, come dire, new wave della cumbia, tipo Mario Galeano, Meridian Brothers, tutti grandissimi. Ma soprattutto sono riusciti a parlare con tanti musicisti degli anni Settanta, quelli dai quali è nato ad esempio il Vallenato, la musica che poi negli anni Ottanta si è legata alla storia del narcotraffico… credo sia una storia che ormai tutti quanti conoscono, anche al di fuori della Colombia.”

“Il bello è che questo viaggio è stato in mezzo a una storia che continua. Un po’ di anni fa ho iniziato ad appassionarmi alla cumbia, poi nel 2016 abbiamo fatto la prima cumbia dei Tre Allegri Ragazzi Morti, che si intitolava In questa grande città, poi la mia fotta per la cumbia mi ha spinto a mettere insieme una gran parte delle realtà musicali che producono musica in Italia per produrre due compilation a nome Istituto italiano di cumbia. Adesso c’è davvero un sacco di gente che fa cumbia in Italia, dalla Sardegna al Friuli alla Calabria.”

Tre consigli: musica da ascoltare prima di leggere Il cammino della Cumbia di Davide Toffolo (o anche durante, o anche dopo).

 

“Si chiamano Cacao Mental, sono milanesi e possiamo dire che facciano parte dell’ultima diaspora sudamericana: il loro cantante è peruviano e gli altri membri del gruppo sono milanesi.”

Nicola Cruz è un caso simile, nel senso che lui è nato in Francia da genitori ecuadoregni e poi è tornato in Ecuador per capire le origini della sua musica.”

Andres Landero lo considero il più grande di tutti. Joe Strummer ha detto che la sua è “la musica definitiva”.”

Il libro di Davide, Il cammino della Cumbia, si trova qui.