Cose dell’altro mondo con Dente

di Alessia Gemma

Le Smemo Interviste - News

Giusto il tempo di chiederci perché Dente non stesse facendo più dischi da un po’ ed eccolo che annuncia il suo nuovo album con tre nuovi singoli: “Adieu”, “Anche se non voglio” e “Cose dell’altro mondo”Lo abbiamo incontrato per chiedergli cosa è cambiato, quale sarà la cifra del nuovo disco, se più triste o più ironica, per sapere la sua playlist preferita e per farci raccontare come era da ragazzo, quando usava la Smemo (sì, usava la Smemo e manco lo sapevamo!!).

È venuto fuori che Giuseppe Peveri (il vero nome di Dente) arriva dalla provincia e un po’ la racconta nei nuovi singoli, che pur essendo il padre dell’indie italiano non è così triste, anzi fa addirittura ridere, che è secco ma mangia tanto (cosa che fa sbroccare l’amico Guido Catalano), che il suo romanzo di formazione è un libro di Luciano De Crescenzo, che ha una playlist preferita di canzoni e che il nuovo disco parlerà un po’ meno di amore e un po’ più partenze, bar di provincia, tentativi e cose dell’altro mondo…

È uscito il tuo terzo singolo “Cose dell’altro mondo” che anticipa il nuovo disco. Quali sono per te le cose dell’altro mondo?

Quelle che non sono in questo qui! [ride]. Le canzoni come tantissime altre cose, come per esempio le cose dell’altro mondo sono molto soggettive ed è molto bello poi che ognuno possa poi trovare inquietante queste cose dell’altro mondo qualcosa di suo, di personale.

“Cose dell’altro mondo” è ambientata in provincia, nella nebbia e nei bar. Cosa ne sai tu della provincia?

 Ah io ne so abbastanza perché ci ho vissuto 30 anni. Sono nato e vissuto fino a 29 anni a Fidenza.

Nel primo singolo uscito nel 2019 “Adieu” invece parli di una partenza. Da chi scappi, a chi dici addio e soprattutto dove tenti di arrivare?

Mah, quella è una canzone molto aperta dove si parla appunto di andarsene via in senso molto ampio: andarsene via da tante cose, non solo fisicamente. Ero uno di quelli che aveva questa forza oscura che lo manteneva dove stava, e a un certo punto ho deciso più che di andarmene, di cambiare vita. Credo che sia una cosa utile da sapere che si può cambiare vita!

In passato hai scritto Canzoni d’amore molto ironiche e canzoni d’amore molto tristi. In questo nuovo disco parlerai ancora d’amore triste e ironico?

Ci saranno meno canzoni d’amore, meno ironia ma sempre tristezza [ride]

dente-cose-altro-mondo

Ti hanno definito il padre dell’indie italiano. In realtà poi ti abbiamo visto in tournée con Guido Catalano e tutta la tua allure di tristezza lì un po’ svaniva. Essere tristi è una prerogativa degli Indie? Una posa?

No, essere tristi fa parte della vita, almeno la mia. Ci sono delle cose che ti fanno venire voglia di scrivere e altre no, almeno per me è così e visto che io comunque riesco a parlare quasi solamente di me, comunque a trasformare delle cose che mi vengono da dentro in canzoni. Riesco comunque a scrivere solamente in determinati momenti e spesso sono quelli in cui si è un pochettino più giù, e allora magari per tirarsi un po’ su si prendono tutte quelle cose e si mettono da un’altra parte. Non si risolvono i problemi però ci si sente un pochettino più leggeri.

Su Instagram hai raccontato che un tuo libro di formazione è stato “Il Dubbio” di Luciano De Crescenzo…

L’ho incontrato quando avevo 16 anni e mi ha fatto capire che non ero solo perché c’era qualcuno che si faceva le mie stesse domande. De Crescenzo in questo libro dice che quando incontri qualcuno che dubita e si fa delle domande devi stare certo che è una persona buona. Invece quando incontri qualcuno con dei punti esclamativi, che ha delle certezze, delle convinzioni, che pensa che la sua idea sia quella giusta e che nessun’altro abbia ragione, allora devi preoccuparti perché sei davanti a una persona brutta.

Hai mai pensato: “basta, smetto di fare il cantautore, il musicista e cambio vita”?

No.

Il tema della Smemo che adesso è sui banchi è Mai senza. 3 mai senza di Dente?

Mai senza uno strumento. Se lo si sa suonare ma anche se non lo si sa suonare così s’impara.

Mai senza le domande anche se non ci sono le risposte.

Mai senza dico leggere, prendere qualcosa da qualcun’altro, prendere nel senso di nutrirsi di quello che gli altri fanno.

Abbiamo un’ultima domanda da parte di Guido Catalano che denuncia anche una certa intimità: Come cacchio fai a rimanere così magro mangiando così tanto?

Non lo so, credo sia questione di metabolismo! Guido Catalano è rimasto sconvolto quando abbiamo fatto il tour insieme perché mi piaceva molto mangiare!

Lasciaci una tua playlist: 3 brani uno per il passato, uno per il presente, uno per il futuro…

Sbirciando qua sul telefono tra le mie playlist ti posso dire del passato una canzone che ascoltavo da ragazzino e che mi ha aiutato tanto di Eugenio Finardi che si chiama Scuola in cui dice una cosa molto bella

va’ pure a scuola, per non far scoppiar casini

Studia matematica, ma comprati un violino

Impara a lavorare il legno, ad aggiustar ciò che si rompe

Che non si sa mai, nella vita un talento serve sempre.

Una canzone del presente potrebbe essere invece dei Men I Trust, un gruppo canadese che fa cose molto belle. Questa canzone si chiama Lauren ha anche una bella copertina!

Invece una canzone per il futuro una mia, che ancora non è uscita e che uscirà presto, a caso.

Quindi la domanda finale è… ma quando uscirà quest’album?

Presto!

Dente Tour 2020: date e biglietti dei concerti

Da marzo 2020 Dente, accompagnato dalla sua band, partirà per il nuovo tour. Queste le date dei concerti di Dente a oggi confermate, prodotte da Massimo Levantini per Baobab Music & Ethics (clicca sul link per maggiori informazioni sui biglietti)

13 marzo – Latteria Molloy – BRESCIA

14 marzo – New Age – RONCADE (TV)

20 marzo – Locomotiv Club – BOLOGNA

21 marzo – Bronson Club – RAVENNA

27 marzo – Casa delle Arti – COVERSANO (BA)

28 marzo – Officine Cantelmo – LECCE

aprile – Hall – PADOVA

4 aprile – Auditorium Flog – FIRENZE

17 aprile – Teatro Alfieri – MONTEMARCIANO (AN) 

18 aprile – Common Ground – NAPOLI

25 aprile – Spazio 211 – TORINO