Edipo: Hanno ragione i topi

di L'Alligatore

Recensioni
Edipo: Hanno ragione i topi

C’è un lavoro sulla parola notevole, con giochi, accostamenti, citazioni, che lo rendono subito riconoscibile. Prendiamo “Per fare un tavolo”, libera rivisitazione di “Ci vuole un fiore” di Sergio Endrigo, con elettronica lo-fi, impegno, divertimento e giocosità, o la seguente “Petrarca”, che riprende spiazzando la memorabile tirata di Volontè sulla democrazia in “Indagine su di un cittadino al di sopra di ogni sospetto” a preannunciare “L’orgoglio elettorale” con una bella chitarra acustica in apertura e gli scontri alla Sapienza del ’68. Ma non c’è solo il passato. C’è il presente in “Appartamenti”, la storia di un appartamento per studenti, tra pulsioni elettroniche, adesivi, discussioni, avidi affittuari (per questo “Hanno ragione i topi a non pagare l’affitto …immuni allo sfratto”).

Solo un assaggio delle potenzialità di Edipo, che senza complesso vi conquisterà. Infatti è già in preparazione il nuovo cd, più organizzato e pieno di cose da dire. Stiamolo a sentire, sarà uno dei nomi di punta della leva cantautorale degli anni dieci…