Es Tutti contro tutti portiere volante

di L'Alligatore

Recensioni
Es – Tutti contro tutti portiere volante

Seguo da molto e con attenzione i dischi di casa Fosbury, label trevigiana attiva da dieci anni. Il loro marchio di fabbrica è un pop dolce, ma a volte amaro, un “pop-rock naif”, come dicono loro, spesso e volentieri cantato in italiano. Gli Es sono, con altre tre band (Valentina Dorme, vIRNA e i Party Keller) tra i fondatori, e la rappresentano alla perfezione.

Nati una dozzina di anni fa, hanno avuto alterne fortune, cambi e scambi di formazione, nascite, esaltazioni, morti e resurrezioni. Questo disco, uscito anche con il contributo della più giovane Dischi Soviet Studio, è un gran bel ritorno, atteso e sperato per anni.  Una lunghissima gestazione, con cambi in corsa, che ha avuto luce sul finire dello scorso anno, ma nonostante questo mostra in fondo una compattezza straordinaria.

Tredici pop-song cantantuorali, con ironia e gusto compositivo che trovano il loro apice in “L’articolo the davanti al nome di band” (inutile aggiungere altro) e “Lenzuola nuove”, pezzo con piano magico, svolazzante, a tratti sensuale e un po’ malato (siamo dalle parti degli Aftherhours). Molto interessante anche “7:30 lunedì” poppeggiante canzone con il gusto della nebbia, “Un soldino per i tuoi pensieri (economia domestica)” ironica/malinconica, con chitarre splendide e un bel gioco di voci uomo/donna, “Virgola”, ninnananna finale.

Credo si siano scelti proprio un bel nome, perfetto per quello che hanno fatto e per quello che faranno. Occhio al mini-cd e alla compilation per festeggiare i 10 anni di Fosbury uscita ad ottobre…