F1 2010

di Michele R. Serra

Recensioni
F1 2010

A essere sincero: non mi piace la Formula Uno. Anzi, mi annoia terribilmente. Non lo considero neppure un vero sport, nonostante molti mi abbiano fatto notare che solo un grande atleta può guidare per ore a velocità ipersonica. Sarà.

Comunque, è evidente che io sia prevenuto, nei confronti di un gioco di Formula 1. Il mio gioco di guida preferito è stato, probabilmente, Wipeout. E ultimamente, ho avuto un’infatuazione per Forza Motorsport 3. Scartare F1 2010non è stata certo l’esperienza più eccitante della mia vita. Eppure, mi sbagliavo. Questo è un gran gioco.

Vari motivi. Il primo, è che F1 2010 non blandisce il giocatore, ma lo prende a pugni: vuoi giocare? Allora, impara. Ma dovrai sputare sangue. In effetti: ai primi giri, anche se scegliete di impostare le opzioni in modo che la macchina si guidi quasi – attenzione: questo avverbio, fa tutta la differenza del mondo – da sola, finirete certamente in testa coda alle prime due/tre curve. Il che, se non altro, significa che gli sviluppatori di CodeMasters hanno preso una decisione: questo è un gioco simulativo, che richede impegno, non un qualsiasi arcade da casual gamer. Ovviamente, data una scelta del genere, bisogna sostenerla fino in fondo: missione compiuta, grazie a una fisica estremamente realistica, a effetti meteo eccezionali, a una profondità invidiabile nell’analisi delle variabili meccaniche. Già alcune volte il livello di specializzazione richiesto dal gioco, rasenta il ridicolo. Però l’equilibrio non si rompe mai, grazie al gameplay stra-fluido arricchito dall’implementazione dell’opzione “flashback”, un’idea geniale che avevamo visto anche in Dirt 2: il flashback si può usare in caso di incidente o errore grave, per far tornare indietro il gioco di qualche secondo. Così, un singolo errore non compromette necessariamente una lunga gara.

Questi i motivi oggettivi per cui F1 2010 è un signor gioco: poi, c’è qualcosa in più. La sensazione di essere davvero immersi nel circus, ma soprattutto quella di velocità: giocare a F1 2010 significa davvero sfrecciare a 300 all’ora. Non è poco.

O almeno, è abbastanza per fare divertire anche uno che, la Formula 1, la odia. Figuriamoci gli altri.

Codemasters
F1 2010
Xbox 360, PS3, PC