Fabio Geda

di La Redazione

Extra Smemo
Fabio Geda

Un desiderio bisogna sempre averlo davanti agli occhi, come un asino una carota.

Sin dal suo esordio nel 2007 con Per il resto del viaggio ho sparato agli indiani, Geda mette al centro della narrazione i ragazzi. La sua opera prima racconta di un ragazzino rumeno che attraversa l’Europa alla ricerca del nonno, artista di strada, e del padre, carcerato in Romania. È tradotto in Francia, in Germania e in Romania.

Nel 2010 Geda raggiunge il massimo dl successo con l’opera Nel mare ci sono i coccodrilli: tratta della vera storia di Enaiatollah Akbari, fuggito quando era ancora un bambino dall’Afghanistan e approdato, dopo un lungo e travagliato viaggio, a Torino. Per via del suo contenuto, questo libro è stato letto nelle scuole, ne sono stati tratti diversi spettacoli teatrali ed è stato l’oggetto della registrazione di un audiolibro.