Fantastic 4 -I Fantastici Quattro

di Michele R. Serra

Recensioni
Fantastic 4 -I Fantastici Quattro

Perché se ufficialmente il film si intitola Fantastic 4 – I Fantastici Quattro, però poi è anche FANT4STIC per fare i moderni (e in ogni caso, era meglio D41 C4770), già si capisce che non hanno proprio le idee chiare, i tipi. Comunque.

Sullo schermo la storia di Fantastic 4 – I Fantastici Quattro – FANT4STIC – fate voi (che poi è il reboot che dovrebbe dare il via a una nuova saga dedicata al primo supergruppo della Marvel) inizia con due ragazzini che inventano una macchina per il teletrasporto nel garage di casa. Ma la storia di Fantastic 4 – I Fantastici Quattro – etc. opera del 2015 del regista Josh Trank inizia molto prima di entrare in sala. Inizia con un giovane regista di belle speranze (sì, Josh) che – con un budget minuscolo per i canoni hollywoodiani – realizza un’opera prima, un film indipendente che parla di supereroi e si intitola Chronicle. Il film piace talmente che arriva la 20th Century Fox e gli dice: “Josh, a noi non interessa se hai solo trent’anni e hai fatto un solo film, noi ti vogliamo. Come lo zio Sam: we want you. Per girare il prossimo mega-blockbuster Marvel da 100 milioni di dollari, il nuovo film dei Fantastici 4.” Ok.

Passano i mesi e il film viene terminato. Poi il giorno prima dell’uscita del film negli stati uniti, il 6 agosto, il regista Josh Trank scrive un tweet: “Un anno fa avevo finito una versione fantastica del film, che avrebbe avuto ottime recensioni. Purtroppo non la vedrete mai.” Quindi, si capisce cosa è successo: il regista dice che i produttori non gli hanno fatto fare il film che voleva, e che l’hanno costretto a farlo diventare una schifezza; i produttori dicono che il regista faceva talmente schifo che hanno dovuto in pratica commissariarlo per riuscire almeno a finire il film. Non è una bella storia. Non promette bene.

Già, e il film? Dunque.

Questo reboot dei Fantastici 4 è stato anticipato da alcune delle peggiori recensioni mai scritte in America a memoria d’uomo. Ma probabilmente, come spesso succede quando monta un’onda di hype negativo, tutti quanti si sono lasciati un po’ prendere la mano. La realtà è che questo FANT4STIC non è così tanto peggio degli altri due film dei Fantastici 4 che lo hanno preceduto, né della media dei film di supereroi che abbiamo visto nel 2015. Un po’ sì, ma non così tanto.

Senza dubbio è un film molto oscuro, a tratti quasi horror, come una versione Marvel dei film di Batman di Christopher Nolan. Ed è paradossale che in un film così manchi un po’ il cattivo. Non che non sia cattivo, eh, ma rimane un personaggio confuso, con poche motivazioni, e soprattutto molto poco figo. Che era anche difficile, perché siamo parlando del Dottor Destino, una delle figure più cool mai disegnate dal grande Jack Kirby, cioè quello che si è inventato mezzo universo Marvel…

Solo uno dei tanti difetti di un film mediocre, ma non così tremendo come è stato dipinto. E in fondo, visto che si ha l’impressione di assistere solo a una specie di lungo prologo di due ore per qualcosa che verrà dopo, bè c’è sempre la speranza che i prossimi episodi possano aggiustare il tiro…