F.E.A.R. 2 Project Origin

di Michele R. Serra

Recensioni
F.E.A.R. 2 – Project Origin

Project Origin è l’attesissimo sequel di F.e.a.r., il gioco che qualche anno fa era riuscito a unire sparatutto in prima persona e atmosfere horror. Per la precisione, quelle dell’ultima ondata cinematografica orientale, (The Ring, The Grudge e compagnia).

F.E.A.R. 2 è molto bello da vedere, migliore del suo predecessore, con una grande varietà di ambienti, armi e nemici. Uno shooter di grande sostanza, non c’è dubbio. Certo, questo tipo di gioco rimane consigliato solo agli amanti di questo genere un po’ splatter. Bisogna “avere l’età”, per comprarlo: si tratta pur sempre di sparare e ammazzare, il livello di violenza è piuttosto alto. Procedendo nel gioco, vi capiterà di vedere lo schermo completamente coperto di sangue e pezzi umani (o umanoidi che siano).
Dopo queste dovute precisazioni, bisogne dire – per quanto possa sembrare ridicolo – che il gioco richiede anche un minimo livello di strategia: l’intelligenza artificiale è programmata in modo davvero soddisfacente, e spesso i cattivi vi metteranno in difficoltà. Al netto della violenza, che però è un aspetto più generale dei videogame moderni e meriterebbe un discorso più approfondito in altra sede, F.E.A.R. 2 è tecnicamente un bel gioco, non c’è dubbio.

Ma ha un problema: non fa paura. C’è giusto un po’ di tensione, ma niente di più. Se siete alla ricerca di brividi un po’ più seri, meglio scegliere Dead Space, che è uscito qualche mese fa, oppure aspettare l’imminente Resident Evil 5.

Giudizio finale: un gioco capace di fare felici i fan degli sparatutto in soggettiva. Peccato che, nonostante i progressi tecnici, il mix con le atmosfere horror non funzioni bene come nel primo F.E.A.R..
F.E.A.R. 2 – Project Origin gira su Playstation 3, Xbox 360 e PC.

www.whatisfear.com